Rai, Laganà: con le nuove strutture editoriali, da Salini mi aspetto nomine che rispettino trasparenza e merito

“L’attuazione del Piano Industriale e la creazione di nuove strutture editoriali andranno a determinare un
nuovo assetto per la Rai. In questo quadro, nei prossimi giorni, mi aspetto che l’amministratore delegato formulerà indicazioni di nomina che rispettino semplici criteri, come la trasparenza e il merito”. Lo dice all’Adnkronos il consigliere Rai eletto dai dipendenti Riccardo Laganà.

“È il momento della discontinuità – sottolinea – Occorre evitare in ogni modo il rischio di replicare modelli gestionali simili a quelli che abbiamo visto fino ad ora nelle reti improntati sulla estrema  discrezionalità e criterio fiduciario, elementi penalizzanti per le risorse interne”.

“Bisogna avere il coraggio di mostrare al Paese che il servizio pubblico è pronto a migliorare ed essere più vicino ai cittadini, dando spazio alle idee innovative di una nuova generazione di manager  e maggiore attenzione agli equilibri di genere”, esorta Laganà. (AdnKronos)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Usa 2020, Trump contro media e big tech: sono corrotti. Non abbiamo libertà di stampa, ma solo fake news

Usa 2020, Trump contro media e big tech: sono corrotti. Non abbiamo libertà di stampa, ma solo fake news

Conte: conosciamo il valore sociale non solo economico di cinema e spettacolo; consapevoli degli immani sacrifici chiesti

Conte: conosciamo il valore sociale non solo economico di cinema e spettacolo; consapevoli degli immani sacrifici chiesti

Fondo Dni-Google per il giornalismo ha distribuito finora in Italia 11,5 milioni di euro in 45 progetti

Fondo Dni-Google per il giornalismo ha distribuito finora in Italia 11,5 milioni di euro in 45 progetti