Mediaset-Vivendi: oggi udienza per cercare accordo. Il Cda di Cologno convocato su modifiche allo statuto Mfe

Il Cda di Mediaset è stato convocato in tarda mattinata per formalizzare la disponibilità a cambiare le parti dello statuto di Mfe che potrebbero essere ritenute penalizzanti per le minoranze. Lo si apprende da fonti finanziarie, secondo le quali non è a ancora prevista la convocazione dell’assemblea straordinaria conseguente in attesa delle decisioni del Tribunale di Milano.

Nel collage (foto Ansa), da sinistra: Vincent Bollorè e Pier Silvio Berlusconi

Nel pomeriggio infatti di fronte al giudice del Tribunale di Milano Elena Riva Crugnola si cercherà la complessa conciliazione, che probabilmente richiederà altro tempo, sui ricorsi dei francesi contro le assemblee che hanno avviato la nascita della holding olandese MediaforEurope nella quale il Biscione intende concentrare tutte le sue attività e partecipazioni.
Mediaset vuole formalizzare al più alto livello al giudice la disponibilità a cambiare alcuni punti dello statuto e proseguire su quella linea, facendo capire ai francesi che anche senza un accordo non cambia il percorso su Mfe.

In attesa dell’udienza, ieri sera sono trapelate indiscrezioni secondo cui il gruppo francese sarebbe pronto “per mostrare la sua buona volontà a incontrarsi a metà strada tra 3,7 euro, il prezzo a cui ha in carico le azioni, e il prezzo di recesso di 2,77 euro”. “La controparte conosce la nostra posizione: è inutile che ci invii offerte o messaggi a mezzo stampa”, la risposta di Mediaset.

Sulle trattative con la media company francese ha detto la sua qualche ora prima anche il presidente di Mediaset, Fedele Confalonieri,  definendo “scarse” le possibilità di un’intesa, con trattative “in alto mare”.

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Lagarde ai giornalisti: avrò il mio stile di comunicazione;  non abbiate retropensieri e pregiudizi

Lagarde ai giornalisti: avrò il mio stile di comunicazione; non abbiate retropensieri e pregiudizi

Classifiche e trend dei quotidiani più diffusi (Ads). A ottobre calo generalizzato

Classifiche e trend dei quotidiani più diffusi (Ads). A ottobre calo generalizzato

Inpgi, Fnsi: su norme per la salvaguardia del pluralismo e l’autonomia dell’Isituto il governo si rimetta all’Aula

Inpgi, Fnsi: su norme per la salvaguardia del pluralismo e l’autonomia dell’Isituto il governo si rimetta all’Aula