Calcio, De Siervo: ridistribuzione dei diritti tv tema delicato

Per attrarre l’interesse degli investitori “serve una serie A competitiva con tanti gol. Gli ascolti delle partite crescono, siamo in una fase positiva”. Detto questo, “è evidente che un campionato più combattuto darebbe risultati economici più interessanti”. Lo ha detto l’ad della Lega di Serie A, Luigi De Siervo.Ospite di ‘Radio anch’io sport’, nella giornata in cui la Lega si riunirà per discutere anche la proposta di MediaPro sul canale tematico, il manager ha ricordato che un contributo potrebbe venire anche dalla diversa distribuzione dei diritti tv, ma così si tocca “un tema delicato”, perché alla base del criterio attuale “c’è la ‘legge Melandri’, che stabilisce come ripartire la parte economica, ovvero in base ai risultati sportivi, secondo una logica meritocratica”.

Luigi De Siervo (Foto ANSA/CLAUDIO GIOVANNINI)

De Siervo ha parlato anche dei vertici della Lega, dopo le dimissioni di Gaetano Miccicchè dal ruolo di presidente. “C’è una iniziativa di Cellino che chiede di sostenere la rielezione di Micciché. Constatare se c’è una possibilità tecnica di recuperarlo alla guida della Lega sarà la prima mossa. Altrimenti, da domani, si lavorerà su una nuova proposta in vista dell’assemblea del 2 dicembre”.

L’assemblea è stata fissata già per lunedì prossimo “perché si è ritenuto che fosse necessario trovare una soluzione in tempi stretti” ha spiegato De Siervo. Prima che si prospetti il rischio commissariamento, devono succedersi una serie di passaggi che dovrebbero scongiurarlo, ha spiegato ancora l’ad: “Il 2 si vota per individuare un candidato presidente che raccolga almeno 14 voti su 20. Altrimenti arriverà Mario Cicala come commissario ad acta”, con il compito di accompagnare la Lega all’elezione del successore di Miccichè. In questa fase, fino al 10 marzo 2020, il quorum “scende da 14 a 11. Solo successivamente scatterebbe il commissariamento” da parte della Federcalcio.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Lagarde ai giornalisti: avrò il mio stile di comunicazione;  non abbiate retropensieri e pregiudizi

Lagarde ai giornalisti: avrò il mio stile di comunicazione; non abbiate retropensieri e pregiudizi

Classifiche e trend dei quotidiani più diffusi (Ads). A ottobre calo generalizzato

Classifiche e trend dei quotidiani più diffusi (Ads). A ottobre calo generalizzato

Inpgi, Fnsi: su norme per la salvaguardia del pluralismo e l’autonomia dell’Isituto il governo si rimetta all’Aula

Inpgi, Fnsi: su norme per la salvaguardia del pluralismo e l’autonomia dell’Isituto il governo si rimetta all’Aula