25 novembre Guaccero in replica batte D’Urso, Ranucci doppia Porro (con Renzi)

Un fiction di produzione firmata Casanova in replica su Rai1, una Barbara D’Urso di nuovo concentrata sulle tonache che peccano e fanno quello che gli pare, le inchieste di Sigfrido Ranucci che hanno virato su temi meno pop delle altre volte. Sono stati questi gli ingredienti chiave della serata tv di lunedì 25 novembre. Ma vediamo cosa è successo nella sfida, alla fine senza storia, tra le ammiraglie in prima serata.

Su Rai1 il film tv in replica ‘In punta di piedi’, con Bianca Guaccero e Cristina Dell’Anna protagoniste, ha ottenuto 3,3 milioni di spettatori e il 14,8%.

Con ‘suore incinta e preti con amanti’, su Canale 5 Barbara D’Urso si è impegnata a mettere in piedi una versione di nuovo ultra hot della trasmissione. Così congegnata ‘Live Non è la D’Urso’ nella sua durata sterminata ha riscosso 2,2 milioni ed il 14%, in calo congruo rispetto a sette giorni prima (2,532 milioni di spettatori e il 15,15%).

Su Rai3 Sigfrido Ranucci ha parlato di Olimpiadi Invernali nordiste del 2026, quote latte e insegnanti di sostegno. Così impostato ‘Report’ ha comunque ottenuto 2,059 milioni di spettatori e l’8,7% di share. Su Italia 1, per la saga de ‘I Pirati dei caraibi’, il nuovo passaggio di ‘Ai confini del mondo’ ha raccolto 1,5 milioni di spettatori e il 7,9%.

Dietro le prime si è difeso discretamente il ‘the best of’ di Stefano De Martino e compagnia. ‘Anche stasera tutto è possibile’ su Rai2 è arrivato a 1,2 milioni di spettatori e 6,2%.

 

Su Rete 4 ‘Quarta Repubblica’ ha schierato tanti ospiti (tra gli altri Matteo Renzi, Stefano Patuanelli, Dino Giarrusso, Matteo Richetti, Mariastella Gelmini, Giuseppe Cruciani, Pietrangelo Buttafuoco, Luisella Costamagna, Luca Telese, Hoara Borselli, Piero Sansonetti, Riccardo Magi, Daniele Capezzone, Alessandro Meluzzi) ed ha raggiunto quota 1 milione di spettatori con il 5,6 di share (in calo di mezzo punto. In coda, infine, ha fatto più o meno il solito risultato il telefilm de La7 (‘Grey’s Anatomy’ 665mila e 2,9%). Equilibri in linea con la tradizione nella sfida dei talk in access.

Su La7 ‘Otto e mezzo’, con Lilli Gruber alla conduzione e tra gli ospiti Annalisa Cuzzocrea, Stefano Borgonovo, Paolo Mieli e Luca Telese ha raccolto 1,750 milioni di spettatori e il 6,6%.

Su Rete 4 ‘Stasera Italia’ con Barbara Palombelli alla conduzione, e Vittorio Sgarbi, Antonio Bassolino, Claudia Fusani, Massimiliano Lenzi e Guido Crosetto tra gli ospiti, ha avuto prima 1,267 milioni spettatori e il 5% di share e quindi 1,147 milioni di spettatori e il 4,3%.

Infine il ‘Tg2Post’ con alla conduzione Emanuela Moreno e tra gli ospiti Gianluigi Paragone, Mario Sechi, si è fermato a 883mila spettatori e il 3,3%.

In seconda serata ha dominato ‘Live non è la D’Urso’, che prima di mezzanotte ha proposto la lite furibonda tra Ricky Tognazzi e Marco Predolin, e poi ha dispiegato la parte ‘hard’ del programma che nel finale ha superato il 20%.

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Mediaset-Vivendi, giudice Milano si riserva decidere sul ricorso dei francesi

Mediaset-Vivendi, giudice Milano si riserva decidere sul ricorso dei francesi

Editoria, Martella: informazione locale presidio di democrazia

Editoria, Martella: informazione locale presidio di democrazia

I minori usano i social bypassando la legge: regole inapplicate, profilazioni false, cyberbullismo sottovalutato

I minori usano i social bypassando la legge: regole inapplicate, profilazioni false, cyberbullismo sottovalutato