Huddle, MindShare crede nell’human touch. Binaghi e Buscone: mercato a +2,3% nel 2020

Cinquecento ospiti coinvolti nell’arco della giornata, accolti dal solito unicorno purple di MindShare che illumina le brume di Assago a novembre, di regola al martedì prima del Black Friday. Tanti conferenzieri, una astrocartomante, 24 appuntamenti nell’agenda di Huddle: da Giuseppe Cruciani a Enrico Mentana, passando per Albertino, ma anche, tra le varie presenze collocate sia al mattino che al pomeriggio, quelle di Alessandro Costacurta e Marco Cattaneo per Sky, Carlo Brocca e Stefano Braghin della Juventus, Andrea Santagata di Mondadori, Giampaolo Tagliavia di Rai Pubblicità, Massimo Russo di Hearst, ma anche Milena Bertolini & Giovanni Valentini. E poi, tra le varie voci rappresentate anche quelle di Google, Facebook, RMC, Discovery, Mediaset, Rds, Deliveroo, Nintendo. “Per noi – racconta il ceo di MindShare, Roberto Binaghi – Huddle è un tradizionale momento di confronto, ma anche e soprattutto un momento di incontro con i nostri clienti, con i nostri amici, con le persone con cui lavoriamo tutti i giorni”. Quest’anno, giocato un po’ sul paradosso, il tema era quello del rapporto tra gli uomini e le macchine.

“In un mondo in cui tutto sembra diventare a misura di algoritmo – ha spiegato il ceo in margine all’evento – abbiamo chiesto ai nostri ospiti/relatori quale possa essere il valore aggiunto umano che può sempre fare la differenza. Hanno espresso il loro punto di vista professionisti che venivano da ambiti molto diversi – editoria, spettacolo, informazione, sport in primis – e siamo contenti del risultato che ne è venuto fuori”.

Huddle ha una formula aperta, diversa tra un Paese e l’altro. “Lo spirito è quello di invitare la gente a casa nostra, all’interno degli uffici, ma poi le tematiche e l’approccio variano molto tra una MindShare e l’altra” spiega Binaghi. In UK dura due giorni, nei paesi del nord Europa ha un profilo molto tech e digit. Il ceo italiano ha scelto dagli esordi un taglio un po’ più pop, e si è inventata la logica del palinsesto. “Chi viene non può vedere tutto, deve scegliere e costruire una sua griglia personale di interventi da seguire”.

Milena Bertolini e Roberto Binaghi

Binaghi ci tiene a sottolineare come Huddle sia perfettamente coerente con il posizionamento ‘umanista’ della struttura. “Riteniamo essenziale dare, per quanto possiamo, anche un nostro contributo formativo. Gli altri appuntamenti rilevanti che curiamo o in cui siamo coinvolti sono quelli con Radio Compass e quelli del cosiddetto Purple Program”. Secondo Binaghi si tratta di un tipo di impegno di largo respiro e visione che non tutti nel comparto di questi tempi affrontano. “Del resto – aggiunge il manager – ci sono tante gare, una situazione di mercato tesa, e l’aggressività dei player è aumentata perché tutti si concorre per un bacino di risorse contendibili che si contrae ogni anno e si ridurrà, per quello che riguarda le aree della nostra intermediazione, anche l’anno prossimo che pure è un anno pari”.

Gianpaolo Tagliavia

MindShare, comunque, ha chiuso un 2019 molto buono, che è coinciso con la gestione dei budget di Ferrero e Nintendo, e che in chiusura di anno potrebbe portare qualche altro successo. “C’ancora qualche gara e un po’ di tempo di qui a Natale, speriamo – ha continuato Binaghi – di riuscire ad avere qualche altra buona notizia in prospettiva 2020”. A proposito di andamento della pubblicità, come è oramai una tradizione della giornata, Norina Buscone – alla guida del research di GroupM – ha fatto una panoramica sull’andamento del mercato, proponendo un sintetico ma allargato bilancio del 2019, ma anche una overview sul 2020.

Norina Buscone

Il 2019 dovrebbe chiudersi secondo la VP Research GroupM con un saldo negativo dell’1,3%, con la Tv al -4,9%, la Stampa al -12%, l’Esterna al -8,1%, il Digital al +8,6% e, altri mezzi contro tendenza, il Cinema al +11 e la Radio al +2,6%. Pesa sul bilancio di quest’anno e peserà anche su quello dell’anno prossimo il mancato apporto del Betting (46 milioni per la sola tv) che come è noto cancellati dal decreto dignità.

Per il 2020, anno pari, con gli le Olimpiadi a Tokyo e gli Europei di calcio itineranti, Buscone e GroupM stimano una crescita del +2,3%, con Tv e Radio a +1%, Stampa a -9%, Web a +8%, Esterna in pari col 2019.

Enrico Mentana

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Un italiano su tre teme rischi per la salute associati al 5G

Un italiano su tre teme rischi per la salute associati al 5G

<strong> 25 novembre </strong> Hunziker batte Capotondi e Sciarelli, male L’Alligatore. Tributo trasversale a Maradona

25 novembre Hunziker batte Capotondi e Sciarelli, male L’Alligatore. Tributo trasversale a Maradona

Maradona, Equipe titola ‘Dio è morto’

Maradona, Equipe titola ‘Dio è morto’