Vivendi: da Mediaset segnali contrastanti, ma pronti all’intesa. La replica: mano passata ai francesi

Condividi

Continuano le schermaglie a distanza tra Mediaset e Vivendi, alla ricerca di un accordo sulle cause civili, in vista dell’udienza di venerdì al Tribunale di Milano . Questa mattina da fonti vicine al dossier dalla parte francese avevano affermato: “In questi giorni Vivendi ha ricevuto segnali molto contrastanti da Mediaset sulla volontà di raggiungere un accordo. Vivendi è ed è sempre stata disponibile in buona fede a trovare una soluzione condivisa”.

I francesi sperano “ancora che Mediaset farà una proposta equilibrata sulla vendita delle azioni di Vivendi e con garanzie per il pieno rispetto dei diritti degli azionisti di minoranza e i principi di base di ‘corporate governance'”.

Nel collage (foto Ansa), da sinistra: Vincent Bollorè e Pier Silvio Berlusconi

“Non comprendiamo il senso di questa dichiarazione: è stata Vivendi a presentare a Mediaset tre proposte. Una è stata scartata, sul tavolo ne restano due con le nostre controproposte”, la risposta trapelata da fonti della holding tv di Cologno. “A questo punto la mano è già passata a Vivendi, come ben sanno”, concludono le fonti Mediaset dopo che i francesi hanno parlato di segnali contrastanti dicendosi comunque pronti a una soluzione in vista dell’udienza di venerdì al Tribunale di Milano per trovare una conciliazione sulle cause civili.