Mentana gongola per il suo ‘Open’: a novembre 5 milioni di utenti unici. Cairo: grande successo, super-crescita organica

“Siamo arrivati a 11 mesi e nove giorni di vita di Open, ogni mese è andato meglio del precedente e in questo mese di novembre contiamo di arrivare a 5 milioni di utenti unici, risultato che ci mette in una posizione eccellente. Ma più che i numeri, conta il fatto che l’esperienza ha attecchito”. L’ha detto Enrico Mentana, parlando a Palazzo Vecchio, a Firenze, alla presentazione del quotidiano online da lui fondato e diretto da Massimo Corcione, che il 18 dicembre compirà un anno.

 

Enrico Mentana

 

Dopo aver ricordato che la redazione di Open, che è gratuito, è formata da venti giovani under 30 ha aggiunto: “Oggi le redazioni sono composte da 50enni e 60enni che rimandano a riferimenti novecenteschi, tenendo così a distanza i lettori più giovani che, peraltro, non si svegliano più con l’idea di scendere da casa per prendere un giornale, e addirittura pagarlo. Bisogna fare i conti con questo dato di fatto”.

All’incontro fiorentino intervenuti anche Uberto Fornara, amministratore delegato di Cairo, e il sindaco di Firenze Dario Nardella. “Open è un successo: in meno di un anno ha triplicato il numero di utenti unici, siamo a oltre 30 milioni di pagine viste, ed è una grande cosa considerando che è stato fatto tutto attraverso una crescita organica, con il passaparola, senza particolari investimenti pubblicitari”, ha detto Fornara. Secondo il manager, molto si deve proprio al direttore: “Certamente Enrico Mentana sui social è un grande personaggio, le sue maratone sono diventate qualcosa di proverbiale ed è molto seguito anche da un pubblico giovane, che poi è il punto di riferimento di questo giornale”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Mediaset-Vivendi, giudice Milano si riserva decidere sul ricorso dei francesi

Mediaset-Vivendi, giudice Milano si riserva decidere sul ricorso dei francesi

Editoria, Martella: informazione locale presidio di democrazia

Editoria, Martella: informazione locale presidio di democrazia

I minori usano i social bypassando la legge: regole inapplicate, profilazioni false, cyberbullismo sottovalutato

I minori usano i social bypassando la legge: regole inapplicate, profilazioni false, cyberbullismo sottovalutato