Mediaset, nessun accordo con Vivendi. “Fallito tentativo di conciliazione”

Mediaset e Vivendi al momento non hanno trovato un accordo che possa disinnescare le cause civili e far nascere senza ostacoli Mfe, l’holding con sede non fiscale in Olanda nella quale si concentreranno attività e partecipazioni di Cologno.

Il giudice Elena Riva Crugnola del Tribunale di Milano, che la settimana scorsa aveva concesso una proroga alle parti per trattare e trovare un intesa, si è riservata di convocare un’udienza nella quale decidere di sospendere o meno gli effetti dell’assemblea di Mediaset  per la fusione con la controllata spagnola. Nel frattempo le parti hanno tempo per continuare a trattare ed eventualmente presentare al Tribunale un’intesa che possa portare a una conciliazione.

Nel collage (foto Ansa), da sinistra: Vincent Bollorè e Pier Silvio Berlusconi

Prima dell’udienza di oggi, la trattativa nelle ultime ore sembrava essere arrivata a uno stadio molto avanzato. Nei giorni scorsi infatti si erano rincorse voci sulla possibilità di trovare un accordo, con lo stesso Pier Silvio Berlusconi, che si era detto ottimista, pur senza risparmiare qualche frecciata alla controparte francese, accusata di essere “molto oltre l’imprevedibile”. Parole rispedite al mittente dalla stessa Vivendi che aveva parlato a sua volta di “segnali molto contrastanti da Mediaset sulla volontà di raggiungere un accordo”.

Il prossimo appuntamento sicuro della partita è il 10 gennaio con l’assemblea Mediaset convocata per cambiare parte dello statuto di Mfe.

La nota Mediaset:  Fallito tentativo di conciliazione 
“Mediaset comunica che, nonostante lo sforzo compiuto, il tentativo di conciliazione promosso dal Tribunale di Milano nell’ambito del procedimento ex articoli 2378 c.c. e 700 c.p.c. instaurato da Vivendi S.A. (“Vivendi”) e Simon Fiduciaria S.p.A. (“Simon Fiduciaria”) per la sospensione della deliberazione assunta dall’Assemblea straordinaria di Mediaset in data 4 settembre 2019 (vedi comunicato stampa del 15 ottobre 2019) si è concluso negativamente.

Come già annunciato con comunicato del 22 novembre 2019, Mediaset sottoporrà all’assemblea straordinaria convocata per il 10 gennaio 2020 l’approvazione di specifiche modifiche della proposta di statuto di MFE e dei termini e condizioni delle azioni a voto speciale redatte tenendo anche conto dei suggerimenti forniti dal Tribunale di Milano in sede di conciliazione.

Il Tribunale di Milano, preso atto di quanto sopra, si è riservato sulla fissazione di una udienza”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Raimondo Zanaboni lascia la guida della pubblicità Rcs.  “Nuovo percorso professionale”

Raimondo Zanaboni lascia la guida della pubblicità Rcs. “Nuovo percorso professionale”

Repubblica: candidati al Cdr scelti il 5 giugno, eletti entro il 15

Repubblica: candidati al Cdr scelti il 5 giugno, eletti entro il 15

Trump vara la stretta sui social: sono monopoli; con interventi sui post assumono posizioni editoriali

Trump vara la stretta sui social: sono monopoli; con interventi sui post assumono posizioni editoriali