Safilo conferma Mindshare. Il budget media globale gestito dall’hub milanese

Si avvia a conclusione anche la sessione invernale dell’attuale, densa, stagione di gare media. Con l’affermazione di Mindshare, agenzia media di GroupM appartenente al Gruppo Wpp, si è deciso il pitch indetto da Safilo, azienda italiana specializzata nella creazione-produzione e commercializzazione di occhiali di alta gamma.

La struttura che già collaborava con l’azienda veneta, gestirà quindi il budget globale dall’hub milanese in un’ottica di sviluppo e implementazione media delle prossime strategie di comunicazione, accompagnando quel percorso che da tempo vede Safilo impegnata nella propria digital transformation.

Il ceo e chairman di Mindshare Italia, Roberto Binaghi, ha commentato: “Ricevere il rinnovo dell’incarico da parte di un’azienda come Safilo, con la quale da tempo abbiamo intrapreso un percorso di evoluzione, è per noi una doppia soddisfazione in quanto rappresenta la conferma della qualità del servizio offerto e dei risultati raggiunti.

Benché consolidata, quella tra Safilo e Mindshare sarà comunque una partnership che quotidianamente si dovrà confrontare con un mercato globale, sfidante e complesso, nel quale la capacità di saper individuare ed anticipare a livello dei singoli paesi le evoluzioni, i trend e le opportunità sarà un asset fondamentale”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Mercato del Libro, nel lockdown perso l’85% delle vendite. Aie: a fine anno rischio calo del fatturato tra i 650 e i 900 milioni

Mercato del Libro, nel lockdown perso l’85% delle vendite. Aie: a fine anno rischio calo del fatturato tra i 650 e i 900 milioni

Gad Lerner trasloca al ‘Fatto’: “scelta obbligata”; “Exor ha optato per la monarchia assoluta”

Gad Lerner trasloca al ‘Fatto’: “scelta obbligata”; “Exor ha optato per la monarchia assoluta”

Radio, a marzo investimenti pubblicitari in picchiata, -41,6%. Fcp-Assoradio: primo trimestre -8,9%

Radio, a marzo investimenti pubblicitari in picchiata, -41,6%. Fcp-Assoradio: primo trimestre -8,9%