La Formula E diventa campionato mondiale nel 2020/21

La Formula E sarà certificata come campionato mondiale FIA. A deciderlo con una votazione la Federazione automobilistica internazionale e i membri del FIA World Motor Sport Council (WMSC). A Parigi, il fondatore e presidente di Formula E, Alejandro Agag, e il presidente della federazione, Jean Todt, hanno finalizzato l’accordo che conferma ufficialmente lo status di campionato mondiale per la Formula E a partire dalla settima stagione e grazie a questa transizione, la line-up più completa e competitiva nell’intero panorama del motorsport si sfiderà dalla prossima stagione per il nuovo titolo di Campionato Mondiale ABB FIA Formula E.

L’annuncio arriva alla conclusione della quinta stagione, che ha registrato una notevole crescita del pubblico e nove diversi piloti sul gradino più alto del podio – e a pochi giorni dal doppio appuntamento di Riad, che ha visto il debutto dei due nuovi costruttori Mercedes e Porsche.
“La creazione e lo sviluppo della Formula E è stata una grande avventura”, ha spiegato Todt. “Dalla prima gara a Pechino nel lontano 2014, la Formula E ha dimostrato gara dopo gara che il concetto d’avanguardia delle corse elettriche ha funzionato”.

“È stata da sempre una nostra ambizione diventare un campionato del mondo FIA”, il commento di  Agag, secondo cui aver ottenuto questo riconoscimento “aggiunge ancora più credibilità a un evento sportivo già molto amato grazie alla sua spettacolarità e imprevedibilità”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Calcio. Ipotesi lotteria per l’assegnazione dei (pochi) posti allo stadio in Premier  nella prossima stagione

Calcio. Ipotesi lotteria per l’assegnazione dei (pochi) posti allo stadio in Premier nella prossima stagione

Calcio. Spadafora: lunedì Figc consegnerà protocollo con norme per ripresa campionato

Calcio. Spadafora: lunedì Figc consegnerà protocollo con norme per ripresa campionato

Calcio. ​Manchester United: per coronavirus dobbiamo restituire alle tv 20 milioni di sterline di diritti

Calcio. ​Manchester United: per coronavirus dobbiamo restituire alle tv 20 milioni di sterline di diritti