HuffPost Maghreb sospende le pubblicazioni. L’editore lo comunica via tweet

L’HuffPost sospende le pubblicazioni in Marocco, Algeria e Tunisia. È Abdelmalek Alaoui, editore dell’edizione marocchina, che comunica l’uscita dal panorama editoriale maghrebino, affidandola a un tweet.

“A seguito delle numerose domande, condivido il comunicato stampa per annunciare che l’Huffington Post Maghreb chiude. Grazie alla squadra e alla famiglia HuffPost e a presto, con nuove avventure”.

Lanciato nel 2013 in Tunisia, a ottobre del 2014 in Marocco, l’edizione contava giornalisti di fama quali Hamza Mekouar, Aziz Said e Youssef Ziraoui. La direzione non ha dato spiegazioni. Una nota interna parla di “ragioni strategiche”.

HuffPost al momento, grazie a diversi accordi di licenza, è presente in una dozzina di paesi. Quella dell’edizione magrebina non è la prima chiusura. Nel gennaio scorso stessa sorte era toccata alla versione tedesca.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Fabio Caporizzi in Conad? Gira forte la voce in Burson

Fabio Caporizzi in Conad? Gira forte la voce in Burson

Per la prima volta il Time cambia testata e diventa ‘Vote’ in occasione delle elezioni Usa 2020

Per la prima volta il Time cambia testata e diventa ‘Vote’ in occasione delle elezioni Usa 2020

Le Big tech Usa investono una valanga di dollari in attività di lobbying. Ecco quanto spendono per esercitare influenza

Le Big tech Usa investono una valanga di dollari in attività di lobbying. Ecco quanto spendono per esercitare influenza