HuffPost Maghreb sospende le pubblicazioni. L’editore lo comunica via tweet

L’HuffPost sospende le pubblicazioni in Marocco, Algeria e Tunisia. È Abdelmalek Alaoui, editore dell’edizione marocchina, che comunica l’uscita dal panorama editoriale maghrebino, affidandola a un tweet.

“A seguito delle numerose domande, condivido il comunicato stampa per annunciare che l’Huffington Post Maghreb chiude. Grazie alla squadra e alla famiglia HuffPost e a presto, con nuove avventure”.

Lanciato nel 2013 in Tunisia, a ottobre del 2014 in Marocco, l’edizione contava giornalisti di fama quali Hamza Mekouar, Aziz Said e Youssef Ziraoui. La direzione non ha dato spiegazioni. Una nota interna parla di “ragioni strategiche”.

HuffPost al momento, grazie a diversi accordi di licenza, è presente in una dozzina di paesi. Quella dell’edizione magrebina non è la prima chiusura. Nel gennaio scorso stessa sorte era toccata alla versione tedesca.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Radio Capital, la redazione contesta a Gedi riorganizzazione e tagli. Solidarietà da Repubblica

Radio Capital, la redazione contesta a Gedi riorganizzazione e tagli. Solidarietà da Repubblica

Calcio, i giornalisti sulla ripresa della Serie A: predisporre protocollo e spazi per stampa e operatori

Calcio, i giornalisti sulla ripresa della Serie A: predisporre protocollo e spazi per stampa e operatori

Trump vara la stretta sui social: sono monopoli. Con interventi sui post assumono posizioni editoriali

Trump vara la stretta sui social: sono monopoli. Con interventi sui post assumono posizioni editoriali