Ecco come il 5G cambierà le nostre vite. Previste 2,6 miliardi di nuove sim entro il 2025

Notizie e approfondimenti quotidiani sul digitale a cura di Reputation Manager, la società di riferimento in Italia per l’analisi, la gestione e la costruzione della reputazione online.

Dalla gestione della casa ai semafori intelligenti, fino a guidare un veicolo stando a km di distanza o guardare un film in streaming in 4K su un treno ad alta velocità, per non parlare di cyber security e smart city: un’ombra fatta di dati ci seguirà ovunque. Oggi le sim 5G attive nel mondo sono 13 milioni (10 in Cina e 1,2 in Sud Corea), ma diventeranno 2,6 miliardi entro il 2025: Repubblica e Il Messaggero, oggi in edicola, raccontano come cambieranno le nostre vite.

La Casaleggio Associati come Cambridge Analytica? Secondo quanto riferito da un ex collaboratore a Linkiesta, un’app avrebbe permesso alla Casaleggio di raccogliere grandi quantità di dati degli utenti e dei loro amici, profilandoli e monitorando le loro attività su Facebook. La Casaleggio Associati ha respinto le accuse al mittente e annunciato querela, scrive il Giornale.

I nostri dati biometrici sono raccolti un po’ ovunque, ma non in modo invasivo. Nella classifica di Comparitech sulla raccolta dei dati personali, l’Italia si piazza nella fascia medio bassa con il punteggio di 15/25. In vetta c’è la Cina (24/25) che in città come Shangai ha installato 100 videocamere ogni mille abitanti.

Dalle 200mila tonnellate di immondizia prodotta sul territorio si ricaverà biocarburante per attivare fino a 39 mila veicoli, mezzi aziendali e trasporti pubblici. Lo ha deciso ieri la Città Metropolitana di Milano, firmando un protocollo con il gruppo Cap che gestisce il servizio idrico in 135 comuni dell’hinterland.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Mercato del Libro, nel lockdown perso l’85% delle vendite. Aie: a fine anno rischio calo del fatturato tra i 650 e i 900 milioni

Mercato del Libro, nel lockdown perso l’85% delle vendite. Aie: a fine anno rischio calo del fatturato tra i 650 e i 900 milioni

Gad Lerner trasloca al ‘Fatto’: “scelta obbligata”; “Exor ha optato per la monarchia assoluta”

Gad Lerner trasloca al ‘Fatto’: “scelta obbligata”; “Exor ha optato per la monarchia assoluta”

Radio, a marzo investimenti pubblicitari in picchiata, -41,6%. Fcp-Assoradio: primo trimestre -8,9%

Radio, a marzo investimenti pubblicitari in picchiata, -41,6%. Fcp-Assoradio: primo trimestre -8,9%