Al centro dei piani di Uber c’è anche l’Italia: più auto, biciclette e nuovi prodotti finanziari

Notizie e approfondimenti quotidiani sul digitale a cura di Reputation Manager, la società di riferimento in Italia per l’analisi, la gestione e la costruzione della reputazione online.

 

Al centro dei piani di Uber c’è (anche) l’Italia. Lo conferma Giovanna D’Esposito, South West Europe general manager dell’azienda: «Con Spagna, Germania, Giappone, Corea del Sud e Argentina è stato pubblicamente riconosciuto come uno dei sei Paesi da cui ci si aspetta di più e su cui puntiamo». Non solo con le auto Black, ma anche con biciclette e nuovi prodotti finanziari: molto, però, dipenderà da normative e sviluppo tecnologico dei diversi Paesi.

«Entro il 2027, fino al 10% del Pil globale potrebbe essere conservato attraverso la blockchain». Secondo Erik Swords, gestore del Bny Mellon Digital Assets Fund, in meno di 15 anni la blockchain porterà alla creazione di valore di business per 3.100 miliardi di dollari. Un’opportunità che verrà sfruttata anche dal mercato italiano: il mercato ICT del nostro Paese nei prossimi 3 anni potrà crescere per oltre il 2,8% (dati di Assinform-Assintel).

Videogiochi in streaming, Amazon pronta a sfidare Google e Microsoft. Secondo quanto riportato dalla stampa statunitense, anche il colosso del web starebbe lavorando a una piattaforma di cloud gaming per competere con i già annunciati Google Stadia e Project xCloud.

Oltre 40 milioni di ore in streaming nella stagione in corso, 81 da quanto è nata, 1 milione e 600 mila spettatori per il derby Milan-Inter: Dazn, la «Netflix dello sport» dà i numeri. E annuncia i piani per il futuro: «Abbiamo investito molto sulla boxe, l’anno prossimo aggiungeremo nuove discipline e musica».

Il social preferito dai giovani apre alla pubblicità. A occuparsi delle inserzioni e delle partnership con le aziende per Tik Tok sarà Blake Chandlee, ex responsabile pubblicità di Facebook. Continua così la sfida a distanza tra i due social.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Mercato del Libro, nel lockdown perso l’85% delle vendite. Aie: a fine anno rischio calo del fatturato tra i 650 e i 900 milioni

Mercato del Libro, nel lockdown perso l’85% delle vendite. Aie: a fine anno rischio calo del fatturato tra i 650 e i 900 milioni

Gad Lerner trasloca al ‘Fatto’: “scelta obbligata”; “Exor ha optato per la monarchia assoluta”

Gad Lerner trasloca al ‘Fatto’: “scelta obbligata”; “Exor ha optato per la monarchia assoluta”

Radio, a marzo investimenti pubblicitari in picchiata, -41,6%. Fcp-Assoradio: primo trimestre -8,9%

Radio, a marzo investimenti pubblicitari in picchiata, -41,6%. Fcp-Assoradio: primo trimestre -8,9%