Ft, Cina abolirà computer e software di produttori esteri entro il 2022

La Cina ordina la rimozione “dei computer e dei software esteri entro il 2022”. A segnalarlo il Financial Times parlando di un “editto del governo cinese per spingere gli enti pubblici ad adottare kit nazionali”, dando un “colpo ad Hp, Dell e Microsoft”, in risposta al sabotaggio dell’ amministrazione di Trump all’uso di tecnologia cinese negli Usa, tra cui quella di Hawei.

Il presidente cinese Xi Jinping (Foto Ansa – EPA/NOEL CELIS / POOL)

Nella ricostruzione del quotidiano della City, Pechino ha disposto che tutte le istituzioni pubbliche e gli uffici che fanno capo al governo eliminino computer e software stranieri per sostenere lo sviluppo delle tecnologie domestiche con un piano graduale, ma serrato, che prevede un primo taglio del 30% entro il 2020, del 50% nel 2021 e del residuo 20% nel 2022.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Social, Garante Privacy: serve task force europea su Tik Tok

Social, Garante Privacy: serve task force europea su Tik Tok

<strong> 23 gennaio </strong> Don Matteo oscura Checco e i due Mattei nei talk

23 gennaio Don Matteo oscura Checco e i due Mattei nei talk

Editoria, il 29 gennaio c’è ‘La notte delle edicole’, iniziativa di sensibilizzazione organizzata da Sinagi

Editoria, il 29 gennaio c’è ‘La notte delle edicole’, iniziativa di sensibilizzazione organizzata da Sinagi