Il Pulitzer apre all’audio: dal 2020 nuova categoria dedicata a podcast e radio

Il premio Pulitzer apre ai podcast. A partire dal 2020 ci sarà anche un premio per la categoria ‘Audio Reporting’, che sarà riconosciuto a contenuti giornalistici audio, “che servono il pubblico interesse”, con “uno storytelling illuminante”.

Ad annunciare la novità è stato lo stesso board che assegna i Pulitzer, parlando di una “categoria sperimentale”. “La rinascita del giornalismo audio negli ultimi anni ha dato vita a una straordinaria gamma di narrazioni di saggistica”, ha spiegato l’amministratrice Dana Canedy.

Dana Canedy, amministratore premi Pulitzer

Per contenuti che spaziano da inchieste investigative alla tradizionale copertura di notizie, il premio è aperto a produttori di programmi radio e podcast, ma possono concorrervi anche editori americani, di giornali, agenzie e testate online che pubblicano audio regolarmente.

Sale quindi a 15 il numero di categorie che compongono il premio.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Mercato del Libro, nel lockdown perso l’85% delle vendite. Aie: a fine anno rischio calo del fatturato tra i 650 e i 900 milioni

Mercato del Libro, nel lockdown perso l’85% delle vendite. Aie: a fine anno rischio calo del fatturato tra i 650 e i 900 milioni

Gad Lerner trasloca al ‘Fatto’: “scelta obbligata”; “Exor ha optato per la monarchia assoluta”

Gad Lerner trasloca al ‘Fatto’: “scelta obbligata”; “Exor ha optato per la monarchia assoluta”

Radio, a marzo investimenti pubblicitari in picchiata, -41,6%. Fcp-Assoradio: primo trimestre -8,9%

Radio, a marzo investimenti pubblicitari in picchiata, -41,6%. Fcp-Assoradio: primo trimestre -8,9%