Sviluppatori software e consulenti digitali, cresce la richiesta di professionisti Ict in Italia: 106 mila offerte nel 2018 (+27%)

Notizie e approfondimenti quotidiani sul digitale a cura di Reputation Manager, la società di riferimento in Italia per l’analisi, la gestione e la costruzione della reputazione online.

Cresce la richiesta di professionisti Ict in Italia: +27%, circa 106 mila annunci di lavoro nel 2018. Le posizioni più ricercate sono sviluppatori software (46%), consulenti digitali (24%) e “digital media specialist” (14%). Ma le aziende faticano a trovare i candidati: secondo l’Osservatorio delle competenze digitali, mancano all’appello circa 5 mila laureati.

Il primo volo di un drone civile pilotato a distanza è andato in scena ieri. Vodafone ha avviato una sperimentazione con Enac, l’ente ministeriale che si occupa dell’aviazione civile, per mettere alla prova la nuova rete 5G: il drone che ha sorvolato Milano è stato pilotato da 15 km di distanza, a Sedriano. Una pratica ora vietata ma su cui Enac e la stessa Vodafone stanno lavorando, per mettere a punto standard e protocolli di sicurezza.

Uber punta sugli sci: l’ultimo servizio sfornato dalla società, come riportato ieri da Tech Crunch, è la consegna a domicilio di attrezzattura per l’attività sciistica. I prossimi step dichiarati: il trasporto di biciclette e quello di animali domestici. In Italia, a primeggiare in questo settore è Glovo: a Milano nell’ultimo anno – oltre al cibo – ha consegnato documenti, mazzi di chiavi restituiti ai proprietari, fiori e termometri.

In Italia solo il 18,2% delle Pmi ha raggiunto un alto livello di innovazione digitale. A dirlo è Facebook, che ha inaugurato ieri un tour nel Nordest per incontrare le piccole e medie imprese. «In un mercato sempre più complesso – ha detto la responsabile delle relazioni istituzionali per il Sud Europa Laura Bononcini – un uso consapevole dei social può fare la differenza». Anche per gli affari.

L’ultimo arrivato, all’aeroporto di Fiumicino, è un nuovo sistema di imbarco basato sul riconoscimento biometrico. La sperimentazione durerà sei mesi e sarà ristretta ai passeggeri che viaggiano da Fiumicino ad Amsterdam: per imbarcarsi, potranno scegliere di utilizzare il «riconoscimento facciale».

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Stop fake news: appello di anestesisti e rianimatori. Lettera aperta “anche contro chi va in tv a raccontare falsità”

Stop fake news: appello di anestesisti e rianimatori. Lettera aperta “anche contro chi va in tv a raccontare falsità”

Usa 2020, Instagram rimuove la funzione ‘Recenti’ per contrastare le fake news

Usa 2020, Instagram rimuove la funzione ‘Recenti’ per contrastare le fake news

Tgr Liguria si trasferisce nei teatri per sottolinearne la grave situazione. Si inizia con l’Ariston di Sanremo

Tgr Liguria si trasferisce nei teatri per sottolinearne la grave situazione. Si inizia con l’Ariston di Sanremo