Giornalisti: nasce la mutua Casagit Salute

Da associazione non riconosciuta a società di mutuo soccorso. Grazie al voto favorevole dei delegati Casagit, riuniti in occasione dell’81/a assemblea nazionale (Roma, 11-12 dicembre), la Cassa dei giornalisti si trasforma e guarda al mercato. Nasce la Società Nazionale di Mutuo Soccorso Casagit Salute. L’assemblea, annuncia una nota dello stesso ente, ha approvato con 70 voti favorevoli e un solo astenuto lo Statuto, l’atto pubblico di trasformazione e il regolamento elettorale della nuova società.

 

“Quello di oggi è un passaggio storico per la Casagit. La trasformazione rilancia la sua azione e consente di tutelare meglio e più a lungo la popolazione che l’ha creata nel 1974 e mantenuta efficiente nei suoi valori fondanti in tutti questi anni”, commenta Daniele Cerrato, presidente Casagit. “Siamo al culmine di un lavoro intenso e collettivo fatto con passione e professionalità. Eppure siamo all’inizio di un percorso di crescita e consolidamento, non alla fine. Continueremo ad assistere i colleghi giornalisti come abbiamo sempre fatto, ma abbiamo la possibilità di guardare fuori per portare dentro. Così dai giornalisti nasce una mutua per tutti”, conclude Cerrato.

Il voto dell’Assemblea costituisce l’atto conclusivo di un lungo processo di cambiamento che, dopo 45 anni di vita come associazione non riconosciuta, permette ora di introdurre importanti novità. Innanzi tutto lo status di persona giuridica e la possibilità di offrire assistenza sanitaria anche a popolazioni diverse dai giornalisti: gruppi di professionisti, dipendenti di aziende e singoli individui.

La trasformazione avrà efficacia giuridica a partire dal 1 gennaio 2020, data a partire dalla quale la Mutua Casagit Salute potrà stipulare convenzioni con altri fondi, mutue e casse. I primi 6 mesi del prossimo anno saranno utilizzati per adeguare regolamenti e piani sanitari alle nuove esigenze e prospettive.
La società nazionale di mutuo soccorso è lo strumento che permetterà a Casagit di entrare nel mercato del welfare sanitario nazionale, dandole stabilità duratura nel tempo – conclude la nota – e mettendo a frutto una lunga storia fatta di solidarietà ed esperienza, ora a disposizione anche di altre categorie produttive e dei singoli cittadini.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Maradona, Equipe titola ‘Dio è morto’

Maradona, Equipe titola ‘Dio è morto’

In uscita il nuovo numero di ‘Donne Chiesa Mondo’, il mensile de ‘L’Osservatore Romano’

In uscita il nuovo numero di ‘Donne Chiesa Mondo’, il mensile de ‘L’Osservatore Romano’

CHI FA CHE COSA per reagire alla crisi sociale da Covid-19

CHI FA CHE COSA per reagire alla crisi sociale da Covid-19