Nasce Brera|z, magazine dedicato all’arte e alla cultura milanese. Realizzato da Editoriale Domus

Nasce Brera|z, magazine frutto della collaborazione fra Equita, investment bank indipendente italiana, e il ‘sistema Brera’ – composto da Accademia di Belle Arti di Brera, Pinacoteca di Brera, Osservatorio astronomico, Orto botanico, Biblioteca Braidense, Archivio Ricordi e Istituto Lombardo di scienze e lettere. Il progetto è realizzato con il contributo di Editoriale Domus.

Brera|z, spiega un comunicato, mira ad essere uno strumento di informazione, narrazione e critica, che trimestralmente esplora le gallerie di arte contemporanea, le architetture e le mostre del panorama cittadino, oltre a intervistare i protagonisti del momento. La rivista è un mezzo nuovo per guardare Milano ed è pensata per accompagnare gli appassionati di arte e cultura, sia italiani che stranieri, grazie alla traduzione integrale in inglese.

Nel primo numero: James Bradburne, direttore della Pinacoteca di Brera, gli artisti Liliana Moro, formatasi all’Accademia e protagonista del Padiglione Italia alla Biennale di Venezia 2019, e Gabriele Di Matteo. All’interno anche un approfondimento sul tema della formazione nelle humanities, un’incursione all’interno dell’Orto Botanico e un saggio dedicato a spiegare ‘perché i marziani sono nati a Milano’. E poi recensioni e consigli utili anche in tema cibo con le soste suggerite dal Cucchiaio d’Argento.

Equita ed Editoriale Domus non sono estranei ad iniziative simili: nel 2018, avevano realizzato, per Accademia di Belle Arti di Brera, la pubblicazione ‘Accademia Aperta’, dedicata alla mostra di fine anno accademico, aperta alla città.

Walter Mariotti, direttore editoriale del mensile Domus

“Il magazine Brera|z è un piccolo, grande evento perché cambia una condizione di vuoto che esisteva fino a oggi nei confronti di una delle più significative realtà culturali europee – commenta Walter Mariotti, direttore editoriale di Domus e di Brera|z – Dire Brera significa dire molte cose oggi, ma significa soprattutto parlare di uno dei ventricoli del cuore di Milano”.

Andrea Vismara, amministratore delegato Equita: “Siamo fermamente convinti che anche Milano meriti, nello spirito delle grandi capitali europee, uno strumento di narrazione che promuova contenuti culturali interessanti e unici, e al tempo stesso che sia utile per avere una panoramica sui principali eventi della città”.

“Da quando sono direttore della Pinacoteca il mio scopo è stato quello di rimettere Brera al centro della città, secondo una visione che voleva riportare i cittadini a vivere il loro più importante museo – dichiara James Bradburne, direttore Pinacoteca di Brera e della Biblioteca Braidense – Dopo quattro anni di grande lavoro, Brera e la sua Pinacoteca sono di nuovo al centro della città e mi auguro che questo sentimento possa crescere e Brera diventare sempre più crogiuolo dell’identità cittadina, un’espressione dei valori di tolleranza, apertura e civiltà”.

Maria Cristina Galli, vicedirettore dell’Accademia di Brera: “Un nuovo magazine è prima di tutto un atto di coraggio in questo tempo così difficile per quel segmento di lettura che chiamiamo cartaceo. E anche di orgoglio e di impegno per noi di Brera – che partecipiamo a questa avventura culturale – perché la voce di Brera|z non rifletta e comunichi soltanto la pluralità degli eventi, ma sappia aprire nuovi percorsi alla riflessione ed al confronto culturale”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Erion e Cdca lanciano Economiacircolare.com, web magazine dedicato alle sfide della transizione ecologica

Erion e Cdca lanciano Economiacircolare.com, web magazine dedicato alle sfide della transizione ecologica

Da Cdp sostegno alla ‘Clean Oceans Initiative’, piattaforma per combattere l’inquinamento degli oceani

Da Cdp sostegno alla ‘Clean Oceans Initiative’, piattaforma per combattere l’inquinamento degli oceani

R101 è radio ufficiale della Pittarosso Pink Parade

R101 è radio ufficiale della Pittarosso Pink Parade