Gedi, Maurizio Scanavino nuovo direttore generale del gruppo. Laura Cioli lascia con una buonuscita da un milione 850mila euro

Laura Cioli, attualmente Amministratore Delegato e Direttore Generale del gruppo, lascia il ruolo di Direttore Generale e conserva il proprio incarico di Amministratore Delegato sino all’esecuzione dell’operazione di cessione della partecipazione detenuta da CIR in GEDI a Exor.

Maurizio Scanavino

E’ quanto si legge in una nota del gruppo Gedi che prosegue così: Cioli, nella prospettiva del cambiamento dell’assetto proprietario, ha convenuto di mettere a disposizione il proprio mandato, addivenendo ad un accordo con la Società per la risoluzione consensuale del rapporto.
Il Consiglio di Amministrazione ha ringraziato l’ing. Cioli per il contributo dato e per la disponibilità
a collaborare nei prossimi mesi alla transizione verso il nuovo assetto proprietario.
Il Consiglio di Amministrazione ha nominato nuovo Direttore Generale di Gruppo l’ing. Maurizio
Scanavino, già Direttore Generale di ITEDI e poi Amministratore Delegato di GNN, per la divisione
La Stampa e Il Secolo XIX. All’ing. Scanavino il Consiglio di Amministrazione ha rivolto i migliori auguri per affrontare il nuovo importante incarico che gli è stato conferito.

Tenuto conto delle intervenute dimissioni del consigliere dott.ssa Elisabetta Oliveri e degli incarichi
endo-consiliari che la medesima rivestiva , il Consiglio di Amministrazione, nel rinviare a una futura adunanza la cooptazione di un nuovo membro, ha reintegrato il Comitato Parti Correlate con la nomina del consigliere dott. Michael Zaoui, designando come Presidente del Comitato stesso il consigliere prof.ssa Agar Brugiavini, ed ha altresì nominato Presidente del Comitato Controllo ed i Rischi il consigliere dott.ssa Elena Cialliè. La dott.ssa Elena Cialliè è stata inoltre designata, su indicazione degli amministratori indipendenti, quale Lead Independent Director.

Infine, il Consiglio di Amministrazione, nel quadro dell’annunciato trasferimento delle partecipazioni
di controllo della Società ha preso atto e confermato la cessazione dell’attività di direzione e coordinamento da parte di Cir S.p.A.

Con riferimento alla risoluzione del rapporto tra l’ing. Cioli e Gedi S.p.A., si rende noto che il Consiglio di Amministrazione della Società, in data odierna, dopo aver compiuto le opportune verifiche e le necessarie valutazioni, previo parere favorevole del Comitato Nomine e Remunerazione, del Comitato Parti Correlate e del Collegio Sindacale (quest’ultimo limitatamente alle determinazioni relative ai compensi dell’Amministratore Delegato), ha deliberato di addivenire ad un accordo di risoluzione consensuale che comporta, oltre alle ordinarie spettanze di fine rapporto:
(a) la corresponsione di un importo pari alla somma complessiva lorda di Euro 1.850.000 (95% a
titolo di incentivo all’esodo e 5% residuo a titolo transattivo), di cui 1.295.000 da versarsi entro 60
giorni dalla cessazione del rapporto di lavoro e il saldo da versarsi entro 10 giorni dalla futura
cessazione del rapporto di amministrazione; (b) nonché il versamento di un importo pari a euro
100.000,00 lordi quale MBO forfettizzato per l’anno 2019, che sarà corrisposto entro gli ordinari
termini previsti dai regolamenti aziendali; (c) la maturazione ai sensi di quanto previsto dall’art. 8 del
Regolamento Stock Grant, di 1/3 delle Units assegnate, con rinunzia alle restanti.
Si precisa che restano fermi i meccanismi di malus e claw back, così come il patto di non concorrenza,
previsti dal Contratto di Lavoro con l’ing. Cioli.
Sulla base delle informazioni disponibili, si segnala che l’ing. Cioli è titolare di n. 333.332 azioni di
Gedi S.p.A.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Facebook e Twitter a giudizio per aver oscurato news sul figlio di Joe Biden

Facebook e Twitter a giudizio per aver oscurato news sul figlio di Joe Biden

Covid: le ricerche su Google Trends possono aiutare a predire dove scoppieranno nuovi focolai

Covid: le ricerche su Google Trends possono aiutare a predire dove scoppieranno nuovi focolai

<strong> 22 ottobre</strong> Argentero stravince, bene il Milan su Tv8. Male Scotti e Iene

22 ottobre Argentero stravince, bene il Milan su Tv8. Male Scotti e Iene