Facebook si allea con Reuters contro i deepfake, con un corso online per distinguere ed evitare immagini false

Facebook si allea con l’agenzia di stampa Reuters per creare un corso online che individui i deepfake, i video manipolati, considerati la nuova frontiera della disinformazione. Il corso dura 45 minuti ed è concepito per dare ai giornalisti gli strumenti necessari per individuare ed evitare foto, video e audio falsi. Il materiale è disponibile in inglese, spagnolo, arabo e francese e si pensa ad una traduzione in altre 12 lingue. L’iniziativa fa parte del Facebook Journalism Project.

Mark Zuckerberg
(Foto Ansa – EPA/MICHAEL REYNOLDS)

Nel corso del 2020 le due realtà terranno eventi pubblici sul tema. A settembre, il social network di proprietà di Mark Zuckerberg, è entrato nella Deepfake Detection Challenge, associazione che riunisce diverse aziende e università, e si è impegnata ad investire 10 milioni di dollari per creare video con ricercatori che spiegano come individuare i video contraffatti.

“La collaborazione con Reuters è importante sia per i giornalisti sia per noi, per fermare il fenomeno delle disinformazione online”, ha detto Julia Bain di Facebook. “Il 90% delle notizie manipolate che vediamo online, sono video contraffati, penso sia un punto di partenza importante”, aggiunge Hazel Baker di Reuters.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Raimondo Zanaboni lascia la guida della pubblicità Rcs.  “Nuovo percorso professionale”

Raimondo Zanaboni lascia la guida della pubblicità Rcs. “Nuovo percorso professionale”

Repubblica: candidati al Cdr scelti il 5 giugno, eletti entro il 15

Repubblica: candidati al Cdr scelti il 5 giugno, eletti entro il 15

Trump vara la stretta sui social: sono monopoli; con interventi sui post assumono posizioni editoriali

Trump vara la stretta sui social: sono monopoli; con interventi sui post assumono posizioni editoriali