Sport Network: assegnati a Joao Felix e Pierre Gasly il Golden Boy e il Casco d’Oro 2019

Se Cristiano Ronaldo ha dovuto rinunciare al sesto Pallone d’oro, il Portogallo può festeggiare Joao Felix.
Il 20enne dell’Atletico Madrid, arrivato in Spagna nella scorsa estate dal Benfica per 126 milioni di euro, ha ricevuto il 16 dicembre il Golden Boy, il premio assegnato da ‘Tuttosport’ al migliore Under 21 che gioca in Europa. Un riconoscimento che, nelle sue 17 edizioni, ha incoronato tanti giovani diventati in seguito stelle del calcio mondiale: da Wayne Rooney a Lionel Messi, da Sergio Aguero a Paul Pogba, fino a Kylian Mbappé e Matthijs de Ligt negli ultimi due anni.

Joao Felix (Foto LaPresse)

Tra gli altri premi assegnati durante la stessa serata, quelli ai migliori Under 21 italiani (Gianluigi Donnarumma del Milan e Giada Greggi della Roma), quello come manager dell’anno a Fabio Paratici, direttore sportivo della Juventus, e la targa intitolata a Vittorio Pozzo, andata al ct della Nazionale, Roberto Mancini. Claudio Marchisio ha ricevuto la targa Gaetano Scirea, mentre Paolo Berlusconi ha ritirato il President Career Award, ottenuto assieme al fratello Silvio.

La cerimonia dei Golden Boy è stata la seconda organizzata in pochi giorni dal gruppo editoriale Sport Network. Il 13 dicembre era toccato infatti ai Caschi d’oro di ‘Autosprint’, per il secondo anno abbinati ai Volanti Aci dell’Automobile Club d’Italia.
Pierre Gasly, 23enne francese che il mese scorso ha conquistato il primo podio in Formula 1 alla guida della Toro Rosso, ha ricevuto il Casco d’oro 2019. Lewis Hamilton, diventato campione del mondo per la sesta volta, ha ricevuto il Casco d’oro iridato. “Per me è molto importante il sostegno degli appassionati
italiani, così come l’attenzione di ‘Autosprint’”, ha detto il britannico, intervenuto con un videomessaggio.

Pierre Gasly

Lo stesso mezzo scelto da Ross Brawn, direttore tecnico della Ferrari negli anni di Michael Schumacher e oggi uomo di riferimento per il rapporto con i team di Liberty Media, proprietaria della F1. “Posso garantire che ‘Autosprint’ ha un posto speciale nel mio cuore. Quanto a me, dopo tanti anni passati a cercare di far vincere la mia squadra, ho deciso di tornare e accettare la proposta di Liberty: la sfida è cambiare la Formula 1 nel miglior modo possibile”.
René Arnoux, ex pilota di Renault e Ferrari, è salito sul palco per la consegna dei Caschi Legend. La ricorrenza è quella dei 40 anni dal suo leggendario duello con Gilles Villeneuve a Digione: per l’occasione, Arnoux è stato affiancato dal figlio del rivale, Jacques, campione del mondo nel 1997.

Durante la cerimonia sono stati consegnati anche i tre Volanti Aci 2019: il Volante d’Oro è andato al kartista Lorenzo Travisanutto, campione mondiale ed europeo; quello d’argento è stato assegnato a Luigi Battistolli, vincitore del titolo italiano e di quello europeo nei Rally Auto Storiche; Marco Pollara, diventato campione italiano rally junior per la seconda volta, è stato premiato con il Volante di Bronzo.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Il Campionato MotoAmerica Superbike 2020 trasmesso sui canali Eurosport dal 30 maggio

Il Campionato MotoAmerica Superbike 2020 trasmesso sui canali Eurosport dal 30 maggio

Calcio e diritti tv. Lega di Serie A fa causa a Sky per i mancati pagamenti

Calcio e diritti tv. Lega di Serie A fa causa a Sky per i mancati pagamenti

‘L’ impatto del COVID-19 sulla Sport Industry’. Domani webinar gratuito by Mgp Sport Consulting

‘L’ impatto del COVID-19 sulla Sport Industry’. Domani webinar gratuito by Mgp Sport Consulting