Professione troll: 300 dollari al mese per sostenere il Presidente. In Ucraina è il lavoro più pagato

Notizie e approfondimenti quotidiani sul digitale a cura di Reputation Manager, la società di riferimento in Italia per l’analisi, la gestione e la costruzione della reputazione online.

«Upcycling» parola del 2019. Come ogni anno, il Cambridge Dictionary ha scelto la parola chiave che ha caratterizzato i 12 mesi precedenti: la scelta è caduta su upcycling, il riutilizzo creativo. In Italia, secondo una ricerca di Babbel, la parola simbolo del 2019 è stata «acqua alta».

Professione troll. «Il mio lavoro è manipolare emozioni»: comincia così l’inchiesta del giornale Slidstvo . I giornalisti ucraini – racconta oggi il Fatto Quotidiano – sono riusciti a documentare come il presidente Zelensky si serva di troll per generare consenso social intorno alla sua figura. Decine di giovani, 7 account falsi ciascuno, 60 centesimi per ogni commento, 300 dollari al mese per i più esperti: una delle paghe più alte in Ucraina.

La «disfatta digitale» della PA. Secondo l’ultimo studio dell’Osservatorio dei conti pubblici di Carlo Cottarelli, le pubbliche amministrazioni non sono in grado di incrociare i dati dei loro archivi informatici. L’Italia, anche per questo, è in coda a tutte le classifiche europee: un rapporto sulla digitalizzazione del nostro Paese ci classifica alla posizione 24 sui 28 paesi UE, dietro a Ungheria, Cipro e Slovacchia. Intanto il Ministro per l’Innovazione Paola Pisano ha annunciato l’introduzione dell’insegnamento di coding nelle scuole.

Elezioni, USA si difendono da Mosca. Il Cyber Command americano – scrive il Washington Post – è pronto a contrastare ogni tentativo di incursione da parte di hacker russi nella campagna elettorale. Secondo l’intelligence statunitense, l’obiettivo di Mosca per le Presidenziali 2020 sarà seminare «discordia» sul web.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Mercato del Libro, nel lockdown perso l’85% delle vendite. Aie: a fine anno rischio calo del fatturato tra i 650 e i 900 milioni

Mercato del Libro, nel lockdown perso l’85% delle vendite. Aie: a fine anno rischio calo del fatturato tra i 650 e i 900 milioni

Gad Lerner trasloca al ‘Fatto’: “scelta obbligata”; “Exor ha optato per la monarchia assoluta”

Gad Lerner trasloca al ‘Fatto’: “scelta obbligata”; “Exor ha optato per la monarchia assoluta”

Radio, a marzo investimenti pubblicitari in picchiata, -41,6%. Fcp-Assoradio: primo trimestre -8,9%

Radio, a marzo investimenti pubblicitari in picchiata, -41,6%. Fcp-Assoradio: primo trimestre -8,9%