Nel 2019 smartphone e tablet i device su cui gli americani passano più tempo. Superata la tv

Il mobile ha detronizzato la tv nel 2019 prendendosi la corona del canale dove gli americani passano più tempo. Lo certificano i dati raccolti dal sito eMarketer. Negli ultimi 12 mesi in media su smartphone e tablet negli Usa si è speso oltre 3 ore e 43 minuti, otto minuti in più rispetto al piccolo schermo, fermo a quota 3 ore e 35 minuti. Solo nel 2016, il tempo trascorso davanti alla tv era superiore di quasi un’ora rispetto a quello impiegato su mobile. (4 ore e 5 minuti, contro 3 ore e 8 minuti).

Secondo le previsioni, nel 2021 la distanza tra i tempi di fruizione di tv e mobile si allargherà superando i 30 minuti.

(elaborazione eMarketer)

Il cambiamento ha portato con sè ovvie ripercussioni sugli investimenti pubblicitari. Secondo le stime, nel 2019 la spesa adv su mobile è stata di superiore ai 99 miliardi di dollari, in crescita del 22,3% rispetto al 2018, ed è arrivata a rappresentare il 76,7% delle pianificazioni digital, e il 41,6% sul totale della spesa sui media. E la situazione, chiosa l’analisi, non potrà che modificarsi ulteriormente con il lancio del 5G.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Classifica dei giornalisti italiani più attivi sui social e post più performanti a novembre. Ruolo fondamentale della tv; una sola donna nella top 15

Classifica dei giornalisti italiani più attivi sui social e post più performanti a novembre. Ruolo fondamentale della tv; una sola donna nella top 15

Mentana, Sallusti e Travaglio sono i direttori più presenti in radio e tv. Ecco la classifica dei direttori ‘prezzemolini’

Mentana, Sallusti e Travaglio sono i direttori più presenti in radio e tv. Ecco la classifica dei direttori ‘prezzemolini’

Vendite dei quotidiani diminuite di un terzo in 5 anni, male anche le copie digitali. Osservatorio Agcom: a giugno bene ascolti Rai e Discovery

Vendite dei quotidiani diminuite di un terzo in 5 anni, male anche le copie digitali. Osservatorio Agcom: a giugno bene ascolti Rai e Discovery