Cinema, nel 2019 +14% incassi e +13% presenze nelle sale. Dati Cinetel: miglior risultato del triennio

Nel 2019 i cinema italiani hanno registrato un incasso complessivo di oltre 630 milioni di € per un numero di presenze pari a circa 97 milioni di biglietti venduti. A certificarlo i dati Cinetel, società che rileva circa il 95% del box office dell’intero mercato, presentando i risultati delle sale negli ultimi 12 mesi. Rispetto al 2018, si è verificato un incremento di più del 14% degli incassi e di più del 13% delle presenze: più in generale, si tratta del migliore risultato dell’ultimo triennio.

Per quanto riguarda le produzioni italiane, incluse le co-produzioni, si evidenzia un incasso di oltre 130 milioni di € per un numero di presenze pari a più di 20 milioni di ingressi ed una quota sul totale del 21% circa. Si tratta di un dato, in termini di valore assoluto, che migliora il risultato del 2018 il quale era a sua volta superiore all’anno 2017 di quasi il 24%.
I tre film che hanno registrato il migliore risultato di incasso al box office sono: ‘Il Re Leone’ (37.5 milioni di € d’incasso), ‘Avengers: Endgame’ (30.2 milioni di € d’incasso) e ‘Joker’ (29.3 milioni di € d’incasso).

(Foto ANSA/ UFFICIO STAMPA ASSOCIAZIONE PICCOLO CINEMA AMERICA)

 

“Tutta la filiera ha lavorato affinché il 2019 fosse l’anno della svolta per il nostro mercato ed il risultato auspicato è stato ampiamente superato. Il box office cinematografico dell’estate 2019 è stato il più importante degli ultimi 20 anni ed ha messo in atto un trend favorevole che ci ha portato, dopo 8 mesi con segno positivo rispetto ai due anni precedenti, a raggiungere a fine anno un risultato complessivo veramente straordinario, segnando tra l’altro la migliore crescita anno su anno fra i principali territori europei”, il commento di Luigi Lonigro, Presidente Sezione Distributori Anica, secondo cui “il primo anno targato “Moviement” è stato un grandissimo successo per tutta l’industria”.
“Il 2019 si è chiuso con un ottimo risultato per il box office generale, che pone l’Italia in vetta a mercati europei con una crescita complessiva che non si registrava da anni”, le parole di Mario Lorini, presidente Anec.
“Il 2019 si chiude con forti messaggi positivi: tutta la filiera (produzione, distribuzione, esercizio) è unita per rilanciare il Cinema nelle sale. E il pubblico risponde, con nitidi segni + per incassi e biglietti (che, tirate le somme, supereranno di nuovo i 100 milioni). È solida, dunque, la passione popolare verso il Cinema: si accompagna, e non è in contrapposizione con le nuove esperienze, streaming in testa”, la posizione di Francesco Rutelli, presidente Anica. “Se il 2020 ci darà una normativa pienamente funzionante e stabile per il settore, questo trend potrà continuare nei prossimi anni”, ha concluso.

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Mercato del Libro, nel lockdown perso l’85% delle vendite. Aie: a fine anno rischio calo del fatturato tra i 650 e i 900 milioni

Mercato del Libro, nel lockdown perso l’85% delle vendite. Aie: a fine anno rischio calo del fatturato tra i 650 e i 900 milioni

Gad Lerner trasloca al ‘Fatto’: “scelta obbligata”; “Exor ha optato per la monarchia assoluta”

Gad Lerner trasloca al ‘Fatto’: “scelta obbligata”; “Exor ha optato per la monarchia assoluta”

Radio, a marzo investimenti pubblicitari in picchiata, -41,6%. Fcp-Assoradio: primo trimestre -8,9%

Radio, a marzo investimenti pubblicitari in picchiata, -41,6%. Fcp-Assoradio: primo trimestre -8,9%