La Bbc pensa ad una stretta sull’uso dei social da parte dei suoi giornalisti

Il tema sull’uso dei social da parte dei giornalisti del servizio pubblico desta interesse non solo in Italia. Anche alla Bbc starebbero facendo delle valutazioni a riguardo. Secondo quanto segnalato dal Guardian, l’emittente britannica potrebbe pensando di rendere più stringenti le regole sui cinguettii dei propri reporter e corrispondenti, chiedendo loro di non fare analisi e valutazioni o lanciando breakng news.

Bbc (Foto Ansa/ RAIN /DBA)

Dietro la proposta, che segue le critiche per i commenti personali formulati da alcuni giornalisti durante le recenti elezioni inglesi, sembra ci sia Fran Unsworth, director of news and current affairs della Bbc. Non è chiaro se la sua intenzione sia quella di chiedere ai reporter di non esporsi sui propri profili personali, ma sicuramente, rimarca il giornale, tra i suoi obiettivi c’è quello di arrivare ad un’applicazione più rigida della policy che la Bbc ha sull’uso dei social.

Intanto, secondo quanto riferito, nelle scorse settimane Channel 4 ha vietato al personale non-politico di twittare su questioni di attualità.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Usa 2020, Trump contro media e big tech: sono corrotti. Non abbiamo libertà di stampa, ma solo fake news

Usa 2020, Trump contro media e big tech: sono corrotti. Non abbiamo libertà di stampa, ma solo fake news

Conte: conosciamo il valore sociale non solo economico di cinema e spettacolo; consapevoli degli immani sacrifici chiesti

Conte: conosciamo il valore sociale non solo economico di cinema e spettacolo; consapevoli degli immani sacrifici chiesti

Fondo Dni-Google per il giornalismo ha distribuito finora in Italia 11,5 milioni di euro in 45 progetti

Fondo Dni-Google per il giornalismo ha distribuito finora in Italia 11,5 milioni di euro in 45 progetti