Premio Campiello, Paolo Mieli nuovo presidente

Prende il via la 58^ edizione del Premio Campiello che vede quest’anno come presidente della Giuria dei Letterati il giornalista Paolo Mieli.

“Quella che sta per iniziare sarà per me la prima edizione del Campiello in veste di Presidente della Fondazione Il Campiello e di Confindustria Veneto e sento tutto l’onore e la responsabilità di questo incarico – ha spiegato Enrico Carraro, presidente della Fondazione Il Campiello e di Confindustria Veneto – Questo premio è diventato non solo uno dei concorsi letterari più prestigiosi, ma anche una manifestazione culturale tra le più importanti e seguite in Italia e rappresenta l’espressione delle energie e dell’impegno degli imprenditori del Veneto nella promozione della cultura”.

Paolo Mieli (foto giornalesm)

Paolo Mieli (foto giornalesm)

Con la definizione della Giuria dei Letterati parte ufficialmente la 58^ edizione del Premio Campiello. Possono partecipare i romanzi pubblicati per la prima volta in volume tra il 1° maggio 2019 e il 30 aprile 2020 e regolarmente in commercio.

Il 29 maggio 2020 la Giuria dei Letterati si riunirà a Padova per selezionare la cinquina finalista e annunciare il Premio Opera Prima. Il vincitore della 58^ edizione del Premio Campiello, indicato dalla Giuria dei Trecento lettori anonimi, verrà proclamato sabato 19 settembre a Venezia.

(AGI)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

A ‘La Stampa’ il digital first è difficile da digerire. I giornalisti del quotidiano Gedi frenano davanti al progetto di Molinari

A ‘La Stampa’ il digital first è difficile da digerire. I giornalisti del quotidiano Gedi frenano davanti al progetto di Molinari

Milano-Cortina 2026, ok del Cdm alla legge olimpica.  Tra le novità l’introduzione del ‘divieto di pubblicizzazione parassitaria’

Milano-Cortina 2026, ok del Cdm alla legge olimpica. Tra le novità l’introduzione del ‘divieto di pubblicizzazione parassitaria’

Editoria, Cdr La Stampa proclama due giorni di sciopero contro il piano digitale

Editoria, Cdr La Stampa proclama due giorni di sciopero contro il piano digitale