Mfe: Vivendi ritira la richiesta di sospensione su delibera Agcom. Mediaset: basta ricorsi capricciosi

Nuovo passaggio nella battaglia giudiziaria da Vivendi contro la costituzione di MediaforEurope, l’holding olandese nella quale Mediaset intende concentrare tutte le sue attività. Dopo l’avvio da parte dei francesi di una nuova causa in Olanda,  la media company transalpina ha ritirato presso il Tar del Lazio la richiesta di un’istanza cautelare sul provvedimento Agcom del 2017 che intima ai francesi di scegliere tra la partecipazione in Tim o in Mediaset.

La mossa segue il rigetto dell’8 gennaio delle misure cautelari monocratiche da parte del Tar Lazio.

Nel collage (foto Ansa), da sinistra: Vincent Bollorè e Pier Silvio Berlusconi

“Con un’istanza presentata lunedì 13 gennaio, i legali di Vivendi hanno infatti rinunciato alle misure cautelari richieste al Tar contro l’AgCom, misure che avrebbero dovuto essere esaminate nella Camera di consiglio del Tribunale Amministrativo convocata per domani, 15 gennaio 2020”, ha scritto Mediaset in una nota.

“Ancora una volta, commentano da Cologno, Vivendi ha attivato con urgenza organi di giustizia per poi cambiare idea ingolfando inutilmente il calendario delle udienze, dimostrando la pretestuosità delle sue
iniziative giudiziarie”.

“Mediaset, si legge in conclusione, auspica che, dopo il contrordine odierno, il ricorso capriccioso ai Tribunali di tutta Europa con i tempi e i costi che questo comporta, venga definitivamente a cessare”.

 

 

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Radio, gli editori commentano i dati Ter

Radio, gli editori commentano i dati Ter

Rcs risponde: la manleva per Cairo nel caso Blackstone è stata deliberata correttamente dal Cda

Rcs risponde: la manleva per Cairo nel caso Blackstone è stata deliberata correttamente dal Cda

Rai, Patuanelli: deve trainare la trasformazione digitale del Paese. Il Mise sosterrà sforzo

Rai, Patuanelli: deve trainare la trasformazione digitale del Paese. Il Mise sosterrà sforzo