Twitter: il tasto di modifica potrebbe non arrivare mai. Il ceo Dorsey: cinguettii nati per essere simili agli sms

Il tasto di modifica dei post su Twitter, chiesto periodicamente dagli utenti, potrebbe non arrivare mai. Lo ha detto Jack Dorsey, amministratore delegato della piattaforma, in una video-intervista a Wired.

Dorsey ha parlato delle origini del microblog e di come sia nato per essere simile agli sms, motivo per cui l’azienda ha rifiutato di includere l’opzione di modifica sin dall’inizio. Il ceo ha anche aggiunto che inserire un’opzione di correzione ai tweet potrebbe agevolare usi ‘malevoli’ come la modifica di contenuti per trarre in inganno gli utenti.

Jack Dorsey (Foto Ansa -EPA/JIM LO SCALZO)

“Queste sono tutte le considerazioni”, ha detto Dorsey. “Probabile che non lo faremo mai”, riferendosi appunto al tasto di modifica, presente invece su altre piattaforme, come Facebook, Instagram e LinkedIn.

L’ultimo cambiamento più importante, che ha segnato l’evoluzione di Twitter, è avvenuto nel 2017 quando il social ha raddoppiato il numero di caratteri da poter utilizzare.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Mediaset, il progetto Mfe va avanti. Il Tribunale olandese rigetta il ricorso di Vivendi

Mediaset, il progetto Mfe va avanti. Il Tribunale olandese rigetta il ricorso di Vivendi

Classifica AudiwebWeek informazione online (10-16 febbraio). Effetto Coronavirus: crescono quasi tutti i siti di news

Classifica AudiwebWeek informazione online (10-16 febbraio). Effetto Coronavirus: crescono quasi tutti i siti di news

Stretta di Facebook su cure false a Coronavirus e fake news

Stretta di Facebook su cure false a Coronavirus e fake news