Grazia a caccia della Z Generation. Mariasole Pollio sulla copertina dedicata ai nuovi sedicenni

Dare voce ai giovani per raccontare le sfide e gli orizzonti di domani: l’evento organizzato da Grazia in occasione del lancio del nuovo numero dedicato alla “generazione Greta Thunberg” parte da qui. Nove talenti, ragazzi e ragazze di sedici anni, star dei social, della musica, dello sport sono stati i protagonisti dell’incontro “Z Generation Talks” giovedì 16 gennaio, alla Triennale di Milano.

Dall’attrice della serie tv Don Matteo, Maria Sole Pollio, in copertina sul magazine Mondadori, alle creatrici di contenuti digitali Elisa Maino, Marta Losito e Iris Ferrari, partite da Instagram e Youtube e arrivate giovanissime al successo, fino ad artisti come Nuela, che ha spopolato con la sua hit “Carote” nell’ultima stagione di X-Factor.

Gli “Zoomer”, o Post-millennials intervistati dalla direttrice di Grazia, Silvia Grilli e dalla conduttrice televisiva Simona Ventura, hanno parlato di futuro, di come usare la propria fama sui social per motivare gli altri giovani a impegnarsi per l’ambiente, di come combattere contro il bullismo e il cyberbullismo che toccano i più giovani, soprattutto nel contesto scolastico. Ma anche di tutti quei temi che coinvolgono molto da vicino la vita di un sedicenne: sentimenti, primi amori, l’età dell’adolescenza, il rapporto con i genitori.

Tra di loro anche Giulia Zoccali, classe 2005, i cui video tutorial, contest e contenuti social sono diventati virali, o ancora Alice De Bortoli che ha lanciato la sua carriera con “Il Collegio 3” su Rai Due, la ginnasta Giorgia Villa e lo youtuber Lukas.

“I protagonisti siete voi, non siamo noi”, ha commentato la direttrice di Grazia Silvia Grilli, al termine della prima sessione di interviste. Sicuri di sé, sorridenti: i sedicenni di oggi parlano a milioni di persone e lo fanno senza paura, mettendo da parte la timidezza, forti del sostegno dei propri followers. “È come se tra noi non ci fosse neanche uno schermo – commenta Marta Losito – con oltre 1,6 milioni di seguaci su Instagram – quello che conta è la semplicità. Io sono una di loro”.
“Ma sono sicuri di avere sedici anni?” è la domanda che rimbalza sulla bocca di tutti tra il pubblico. E quando gli si chiede: come ti vedi da grande? C’è chi confessa di immaginare un futuro nel mondo dello spettacolo e ha già pensato di prendere lezioni di recitazione, chi spera di poter continuare ad allenarsi come oggi e di arrivare alle olimpiadi e qualcun altro, risponde più semplicemente “felice”.

Valeria Sforzini

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

A ‘La Stampa’ il digital first è difficile da digerire. I giornalisti del quotidiano Gedi frenano davanti al progetto di Molinari

A ‘La Stampa’ il digital first è difficile da digerire. I giornalisti del quotidiano Gedi frenano davanti al progetto di Molinari

Milano-Cortina 2026, ok del Cdm alla legge olimpica.  Tra le novità l’introduzione del ‘divieto di pubblicizzazione parassitaria’

Milano-Cortina 2026, ok del Cdm alla legge olimpica. Tra le novità l’introduzione del ‘divieto di pubblicizzazione parassitaria’

Editoria, Cdr La Stampa proclama due giorni di sciopero contro il piano digitale

Editoria, Cdr La Stampa proclama due giorni di sciopero contro il piano digitale