Apple: nel 2019 aumentate le richiesta dati su utenti da parte dei governi. Da Germania e Usa i numeri più alti

Nella prima metà del 2019, Apple ha ricevuto 31.778 richieste di accesso dati, in aumento di circa 500 rispetto al precedente report.  E’ quanto l’azienda di Cupertino ha comunicato nel nuovo rapporto semestrale sulla trasparenza, report in cui, periodicamente, rivela quante richieste sono state fatte dai governi di tutto il mondo sui dati degli utenti e a quante ha dato risposta.

La maggior parte delle richieste, si spiega, sono arrivate dalla Germania (13.558) e dagli Usa (4.796). Dall’Italia sono state fatte 394 richieste per 1.033 dispositivi. Di queste, il 61% sono state accolte.

cco (Photo by YTCount on Unsplash)

Nella maggior parte dei casi, specialmente negli Stati Uniti, i dati sono stati forniti nell’ambito di indagini su dispositivi rubati. Le richieste hanno coperto un totale di oltre 195.000 dispositivi e Apple afferma di essere stata in grado di fornire dati nell’82% di questi casi.

Per quanto riguarda l’App Store, invece, l’azienda afferma di aver ricevuto in totale 70 richieste di rimozione di app in questo periodo per “violazioni legali”. La maggior parte di queste richieste proveniva dalla Cina, dove il governo ha fatto 56 richieste.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Condé Nast Entertainment crea nuovi studios per sviluppare contenuti video con le sue testate più famose

Condé Nast Entertainment crea nuovi studios per sviluppare contenuti video con le sue testate più famose

Lo streaming conquista l’84% degli italiani in Rete. Quarto anno di crescita per la musica

Lo streaming conquista l’84% degli italiani in Rete. Quarto anno di crescita per la musica

D-Share e Alfa Media, alleanza europea nei progetti digitali e nelle soluzioni software per l’industria dei media

D-Share e Alfa Media, alleanza europea nei progetti digitali e nelle soluzioni software per l’industria dei media