22 gennaio Juve-Roma boom, ma poi cala. Scotti smorza il ‘caso’ Vespa/Salvini

La Coppa Italia va avanti su Rai con i quarti di finale e ieri – mercoledì 22 gennaio – dopo il Napoli (che aveva battuto la Lazio alla sera prima) anche la Juventus, rifilando un tre a uno alla Roma (siglando i tre gol nel primo tempo) ha conquistato i quarti.

L’incontro di Torino ha conquistato 6,576 milioni di spettatori e il 25% di share, con il primo tempo a 7,169 milioni ed il 26,38% ed il secondo tempo in flessione a 5,998 milioni ed il 23,47%.

Tra il primo ed il secondo tempo c’è stato il discusso ‘promo’ della puntata di ‘Porta a Porta’ (con circa 5 milioni di spettatori in quella fase) che avrebbe ospitato prima Giancarlo Giorgetti e poi Matteo Salvini, che ha fatto infuriare molti tra gli schieramenti politici avversi alla Lega contro i vertici Rai.

In realtà le cose in griglia sono andate in maniera tale da temperare l’effetto promozional-propagandistico del lancio. Durante il break sono andati via circa due milioni di spettatori da Rai1. Con la Juve avanti nettamente nel risultato, gli ascolti del match sono quindi calati di oltre un milione di spettatori nel secondo tempo.

La trasmissione di Bruno Vespa ha avuto quindi un traino inferiore al prevedibile ed ha ottenuto nell’anteprima 1,552 milioni di telespettatori e 9,43% e poi solo 851mila spettatori e il 10,27% nella seconda parte salviniana. In seconda serata, così, ha dominato la scena Canale 5.

 

Sull’ammiraglia del Biscione, infatti, ‘Chi vuol esser milionario?’, con Gerry Scotti alla conduzione ha conquistato 2,7 milioni di spettatori ed il 14,6, arrivando lontanissimo da Rai1.

Ma lo ha fatto avendo nettamente la meglio in seconda serata con il concorrente Enrico Remigio che alle 24.45 con il 25% di share circa ha conquistato il diritto a rispondere alla domanda da un milione (nella prossima puntata).

Sul terzo gradino del podio è rimasta Rai Tre. La nuova puntata di ‘Chi l’ha visto?’, con Federica Sciarelli alla conduzione, ha conquistato 1,994 milioni di spettatori e il 9%.

Si è difesa come sette giorni prima su Rai2 la replica della fiction ‘L’amica geniale’, che ha avuto 1,679 milioni di spettatori e il 7% di share. Non molto distante è arrivata la produzione pop di Sky, in crescita dopo il battesimo.

Su Tv8 la seconda puntata di ‘Italia’s Got Talent’ ha conseguito 1,383 milioni di spettatori ed il 5,91% di share. Lo stesso programma ha raccolto su SkyUno 263mila spettatori e l’1,13%, per complessivi 1,647 milioni di spettatori ed il 7%.

In coda sono arrivati il film di Italia 1 (‘Jason Bourne’ a 1,3 milioni e 5,7%), il ritorno di Piero Chiambretti su Rete4 (‘#CR4 La repubblica delle donne’ a 9795mila e 4,5%); mentre su La7 ‘Atlantide-Una Chiesa e due Papi?’ ha riscosso 616mila spettatori e il 3,2%.

In access, con la Coppa Italia su Rai1, ma con le dimissioni di Luigi Di Maio in primo piano, è stata solo un po’ meno netta la prevalenza di Lilli Gruber sugli altri talk d’informazione, con Manuela Moreno, in particolare, che riesce a ottenere più ascolti quando rinuncia all’approfondimento politico (ieri ha di nuovo parlato del virus cinese). Questi, comunque, i risultati di ieri.

Su La7 ‘Otto e mezzo’ con Marco Travaglio, Francesco Borgonovo, Massimo Franco e Jasmine Cristallo ospiti, ha avuto 1,724 milioni di spettatori e il 6,43%.

Su Rete4 ‘Stasera Italia’ con Giorgia Meloni, Pietrangelo Buttafuoco e Bianca Berlinguer tra i convenuti, ha ottenuto 1,459 milioni e 5,6% e poi 1,285 milioni e 4,7%.

Su Rai2 il ‘Tg2Post’, con Laura Berti e Giovanni Rezza in studio e con il virus cinese come tema, ha avuto 1,3 milioni di spettatori e il 4,8%.

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

A ‘La Stampa’ il digital first è difficile da digerire. I giornalisti del quotidiano Gedi frenano davanti al progetto di Molinari

A ‘La Stampa’ il digital first è difficile da digerire. I giornalisti del quotidiano Gedi frenano davanti al progetto di Molinari

Milano-Cortina 2026, ok del Cdm alla legge olimpica.  Tra le novità l’introduzione del ‘divieto di pubblicizzazione parassitaria’

Milano-Cortina 2026, ok del Cdm alla legge olimpica. Tra le novità l’introduzione del ‘divieto di pubblicizzazione parassitaria’

Editoria, Cdr La Stampa proclama due giorni di sciopero contro il piano digitale

Editoria, Cdr La Stampa proclama due giorni di sciopero contro il piano digitale