Web tax, Gentiloni: lavoriamo a un accordo globale

Sulla web tax “gli obiettivi devono essere chiari. A livello tecnico siamo molto avanti sul pilastro uno, quello che prevede di riconnettere le imposte ai mercati in cui i profitti vengono generati”. L’altro pilastro “riguarda la definizione di una tassazione minima per le imprese che eviti forme di dumping o addirittura i paradisi fiscali che danneggiano l’economia globale”. Lo dice a Davos il Commissario Ue Paolo Gentiloni in un’intervista a La Stampa.

Vanno avanti le trattative e l’accordo globale sul tema, sarebbe “l’esito migliore perché il proliferare di web tax nazionali non è ideale” spiega. Comunque nel caso non si riuscisse a raggiungerlo entro fine anno “il mio compito sarebbe quello di riproporre una soluzione europea per entrambi i dossier”. La web tax “non è una misura antiamericana, ma uno strumento per adeguare il sistema fiscale all’era digitale”.

Paolo Gentiloni (foto Ansa)

Certo l’intesa “non può essere facoltativa, come era stato suggerito dall’amministrazione americana”.
Sul nodo Libia, l’Ue, sostiene “una soluzione intra-libica, promossa anzitutto dall’Onu”: per questo nella dimensione di difesa, si potrebbe rimettere in mare “la missione navale Sophia: sarebbe una scelta utile e persino ovvia. C’è poi la dimensione economica e di cooperazione in cui l’Europa, in Libia come con suoi alcuni vicini, è un partner fondamentale e ben più rilevante delle potenze che oggi fanno il buono e il cattivo tempo in quel Paese”. L’Ue potrebbe anche mediare tra Iran e Usa: “qualche passo è stato tentato con l’invito di Zarif a Bruxelles”. Fermo restando “che noi non possiamo accettare che l’accordo sul nucleare venga considerato carta straccia a Teheran”.

Venendo all’Italia, Gentiloni sottolinea l’opportunità rappresentata dal Green Deal: “Nella marcia verso la neutralità climatica siamo fra i più avanzati in Europa. La strategia europea di transizione ambientale faciliterà il rilancio dei nostri investimenti pubblici”. Per quanto riguarda i conti pubblici, “non chiediamo miracoli, ma di mettere il debito pubblico in una traiettoria discendente”.

(Ansa)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

<strong> Venerdì 21 e Sabato 22 </strong> Corrida batte GfVip. De Filippi doppia Una storia da cantare

Venerdì 21 e Sabato 22 Corrida batte GfVip. De Filippi doppia Una storia da cantare

Cda Rai, scontro Salini-Borioni: finisce zero a zero

Cda Rai, scontro Salini-Borioni: finisce zero a zero

Rai, Sangiuliano: contesteremo punto per punto le motivazioni Agcom

Rai, Sangiuliano: contesteremo punto per punto le motivazioni Agcom