Rai1 e Vespa perdono la sfida dei risultati elettorali. Sondaggi in ritardo e dati sballati penalizzano Porta a Porta

Nella sfida di ieri sera delle dirette elettorali sul voto dell’Emilia Romagna e della Calabria, il gigante Rai è stato battuto dal Davide La7. La Rai è andata male sia in termini di correttezza dei dati sia in termini di tempestività. Mentre a Porta Porta Bruno Vespa si gingillava con gli exit poll sballando la forbice tra il vincitore Stefano Bonaccini e la sconfitta Lucia Borgonzoni, Mentana a mezzora dalla chiusura delle urne era in grado di fornire la prima proiezione che pur avendo una copertura solo del 3% centrava sostanzialmente l’esito delle urne, dando uno scarto di dieci punti contro gli otto finali tra i due sfidanti.

Una differenza sottolineata da Mentana che, scherzando, ha commentato le posizioni della concorrenza, mentre e’ evidente che a nessuno tra i tanti giornalisti e dirigenti della Rai ha pensato di avvertire Vespa della piega disastrosa che stava prendendo la sua trasmissione.

Nel collage (foto Ansa) Enrico Mentana e Bruno Vespa

Alla Rai per i servizi di monitoraggio elettorale si sono affidati tramite gara al Consorzio Opinio, formato dall’istituto Piepoli e da Noto Sondaggi che fa capo a Ipr Marketing, guidato da Antonio Noto e da Emg, di cui è partner e direttore generale Fabrizio Masia, l’ex sondaggista de La7 e di Mentana. L’affidamento per 24 mesi al Consorzio Opinio costa alla Rai oltre 5 milioni. Per La7 era schierato invece l’istituto Swg.

Per il servizio pubblico uno smacco e la dimostrazione di come l’ obbligatorietà di fare le gare al ribasso spesso vada a svantaggio della qualità del prodotto.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Sandro Ruotolo eletto senatore con il 48,45%. Bassa l’affluenza, al 10%

Sandro Ruotolo eletto senatore con il 48,45%. Bassa l’affluenza, al 10%

Papa: basta uso fuorviante dei mezzi di comunicazione. No a curiosità vuota e superficiale

Papa: basta uso fuorviante dei mezzi di comunicazione. No a curiosità vuota e superficiale

<strong> 23 febbraio </strong> Vince Luisa Ranieri. Conte tour da Venier, Annunziata, Fazio, D’Urso, Giletti

23 febbraio Vince Luisa Ranieri. Conte tour da Venier, Annunziata, Fazio, D’Urso, Giletti