Rai, Agcom rileva inosservanza obblighi per spot Salvini

Quindici giorni fa Agcom aveva chiesto a tutte le emittenti di Rai, Mediaset e La7, e le all news di Sky e Rai, un riequilibrio informativo circa le presenze dei politici nei tg, da attuarsi nel trimestre successivo. Nel frattempo la Rai, mercoledì scorso, alla vigilia delle votazioni in Emilia e Calabria, ha collocato il promo dell’intervista di Matteo Salvini a ‘Porta a Porta’ durante la partita di massimo ascolto Juve-Roma, con Vespa costretto a compensare, il giorno successivo, l’assist al segretario leghista con uno spot a favore di Nicola Zingaretti dentro ‘Don Matteo’.

La storia non è finita. Agcom ha infatti aperto un’istruttoria sulla vicenda, riscontrando una violazione del principio di pluralismo e dell’art. ex 48 del Testo unico dei servizi media. Il Consiglio prenderà una decisione il 13 febbraio, e potrebbe decidere di imporre una sanzione alla Rai.

Matteo Salvini con Bruno Vespa (Foto ANSA/MAURIZIO BRAMBATTI)

In dettaglio, nella nota Agcom, si parla di “elementi di possibile violazione degli obblighi di servizio pubblico, anche alla luce del periodo e delle modalità con cui il promo è stato trasmesso”.
“Il Consiglio”, si spiega ancora, “con il voto contrario del commissario Antonio Martusciello e l’astensione del Commissario Francesco Posteraro, ha ritenuto la fattispecie rientrante nell’istruttoria di presunta inosservanza da parte di Rai dei propri doveri di conformità ai principi di pluralismo, completezza e correttezza dell’informazione nel rispetto del contratto di servizio. L’istruttoria, già avviata nel mese di settembre ai sensi dell’articolo 48 del Tusmar, si concluderà nella prossima riunione di Consiglio del 13 febbraio”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

A ‘La Stampa’ il digital first è difficile da digerire. I giornalisti del quotidiano Gedi frenano davanti al progetto di Molinari

A ‘La Stampa’ il digital first è difficile da digerire. I giornalisti del quotidiano Gedi frenano davanti al progetto di Molinari

Milano-Cortina 2026, ok del Cdm alla legge olimpica.  Tra le novità l’introduzione del ‘divieto di pubblicizzazione parassitaria’

Milano-Cortina 2026, ok del Cdm alla legge olimpica. Tra le novità l’introduzione del ‘divieto di pubblicizzazione parassitaria’

Editoria, Cdr La Stampa proclama due giorni di sciopero contro il piano digitale

Editoria, Cdr La Stampa proclama due giorni di sciopero contro il piano digitale