Rai, Patuanelli: deve trainare la trasformazione digitale del Paese. Il Mise sosterrà sforzo

“Ritengo che la Rai possa e debba svolgere un ruolo trainante nella trasformazione digitale del paese e in questa direzione il nuovo piano industriale pone un attenzione particolare, in linea con il contratto di servizio, allo sviluppo digitale del servizio pubblico radiotelevisivo”.

Lo ha detto il ministro dello sviluppo economico Stefano Patuanelli in audizione alla commissione lavori pubblici del Senato sulle linee guida programmatiche nelle comunicazioni.

Stefano Patuanelli (Foto
ANSA/FABIO FRUSTACI)

“Come Ministero, ha sottolineato, sosterremo nei limiti delle nostre attribuzioni lo sforzo che sarà condotto dalla Rai come traino per l’intero sistema radiotelevisivo nazionale”.

Nel corso del suo intervento, il ministro ha fatto anche un bilancio delle prime settimane di erogazione dei voucher per l’acquisto di decoder e smart Tv. “Al 16 gennaio 2020 sono stati erogati 15.963 voucher di cui 14.061 per Tv e 1.902 per decoder”, ha detto  Patuanelli, definendo “un tassello fondamentale dello switch-off” alle porte “la necessità di assicurare che le fasce deboli della popolazione siano poste nelle condizioni di fruire della nuova TV digitale”.

“E’ evidente che si tratta di primi dati parziali ancora poco significativi che contiamo di migliorare anche attraverso una più organica azione di comunicazione che sarà curata dal Mise in collaborazione con i broadcaster e le associazioni rappresentative di questi ultimi”.

La legge di Bilancio 2019 ha stanziato 151 milioni di euro in favore dei cittadini con Isee fascia 1 e 2 per l’acquisto di decoder televisori abilitati alla ricezione del nuovo segnale. Il decreto del 18 ottobre 2019, ha previsto l’erogazione di contributi fino a 50 euro alle famiglie meno abbienti per l’acquisto di decoder o di nuovi tv adeguati a trasmettere con le nuove tecnologie DVB-T2/HEVC. La misura che ha avuto peraltro l’autorizzazione preventiva della Commissione europea, ha una durata triennale ed è stata avviata a dicembre scorso, con un’azione informativa con uno spot televisivo istituzionale ad hoc.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Mediaset, il progetto Mfe va avanti. Il Tribunale olandese rigetta il ricorso di Vivendi

Mediaset, il progetto Mfe va avanti. Il Tribunale olandese rigetta il ricorso di Vivendi

Classifica AudiwebWeek informazione online (10-16 febbraio). Effetto Coronavirus: crescono quasi tutti i siti di news

Classifica AudiwebWeek informazione online (10-16 febbraio). Effetto Coronavirus: crescono quasi tutti i siti di news

Stretta di Facebook su cure false a Coronavirus e fake news

Stretta di Facebook su cure false a Coronavirus e fake news