Presentata la terza edizione del Festival dello Sport. Tema: We are the champions

Il Festival dello Sport torna alla sua terza edizione con il titolo ‘We are the champions’, in programma dall’8 all’11 ottobre 2020 a Trento. E’ organizzato da La Gazzetta dello Sport e dal Trentino (Provincia Autonoma di Trento, Comune di Trento, Trentino Marketing, Apt di Trento), con il patrocinio del Coni e del Comitato italiano paralimpico.

L’edizione 2020 è stata annunciata oggi, 28 gennaio 2020, al Muse di Trento in una conferenza stampa con: Maurizio Fugatti (presidente Provincia autonoma di Trento), Francesco Carione (direttore generale La Gazzetta dello Sport), Roberto Failoni (assessore all’artigianato, commercio, promozione, sport e
turismo Provincia autonoma di Trento), Alessandro Andreatta (sindaco di Trento), Andrea Monti
(direttore La Gazzetta dello Sport), Maurizio Rossini (Ceo Trentino Marketing), Gianni Valenti
(vicedirettore vicario La Gazzetta dello Sport e direttore scientifico Il Festival dello Sport), Massimo
Bernardoni (delegato Comitato italiano paralimpico Trento) e Paola Mora (presidente Coni Trento),

Presentazione Festival dello Sport

Gianni Valenti: “Per la terza edizione del Festival dello Sport abbiamo scelto il titolo iconico che riprende quello di un brano che tutti associamo alle grandi imprese sportive. Ma chisono i campioni? Personaggi straordinari, singoli o squadre, che vincono, riuscendo ad eccellere su tutti gli altri. Atleti, allenatori, imprenditori e medici che lasciano o hanno lasciato una traccia con la loro specialità nell’ambito del mondo dorato dello sport. Ognuno degli ospiti che ci verrà a trovare a Trento avrà un’impresa da raccontare, delle emozioni da consegnare al meraviglioso pubblico di una kermesse che dopo solamente due anni è già diventata un piccolo grande fenomeno di cultura sportiva. Parleremo naturalmente di sport olimpici, a due mesi dalla chiusura dei giochi di Tokyo, del grande calcio, del pianeta dei motori e delle fantastiche imprese che ci regala la montagna”.

“La macchina organizzativa che sta dietro ad un evento come questo – ha evidenziato Maurizio Rossini – è davvero importante e coinvolge numerosi soggetti: il Comune, la Provincia, l’APT locale, le Forze dell’ordine e poi le istituzioni delle Sport come il Coni, il CIP, fino alle principali Federazioni e al mondo dell’Associazionismo sportivo”.

“Per La Gazzetta dello Sport questo Festival è stato ed è un evento fondamentale – ha detto il
direttore Andrea Monti – Non solo per il suo straordinario successo, ma soprattutto perché
consente di vivere la dimensione dell’incontro. La condivisione con il pubblico fa esprimere al
meglio i valori del giornale e del Festival: emozione e passione”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Coni-eSport: istituita una commissione per la classificazione dei videogiochi

Coni-eSport: istituita una commissione per la classificazione dei videogiochi

Eurosport rinnova i diritti tv per Tour de France e Vuelta fino al 2025

Eurosport rinnova i diritti tv per Tour de France e Vuelta fino al 2025

La squadra di calcio Como presenta la sua digital tv, disponibile dal 26 febbraio

La squadra di calcio Como presenta la sua digital tv, disponibile dal 26 febbraio