Editoria: al via i tavoli per il rilancio del settore e la messa in sicurezza dell’Inpgi

Al via il confronto fra governo e parti sociali per il rilancio del settore editoriale. Il sottosegretario all’Editoria, Andrea Martella, ha incontrato i vertici di Fnsi e Fieg. Le criticità che colpiscono il settore della carta stampata, il calo delle vendite alla contrazione della raccolta pubblicitaria, la situazione del mercato del lavoro, le misure necessarie per arginare il precariato, sono alcuni tra i principali temi in discussione.
Il sottosegretario Martella ha ribadito la volontà di mettere a punto in tempi brevi una proposta di legge di riordino del settore, una legge per l’editoria 5.0, che rimetta ordine tra tutte le misure di sostegno diretto e indiretto alla stampa. Fondamentali anche gli incentivi alla lettura del giornale, la disciplina del diritto d’autore, il sostegno alle agenzie di stampa, il riordino del mercato pubblicitario e la tutela e la promozione del lavoro giornalistico. Martella ha anche annunciato che nelle prossime settimane convocherà tutti gli attori del sistema per presentare le linee guida della legge per l’editoria 5.0.

Novità anche sul fronte Inpgi, con il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, che per il 5 febbraio ha convocato un tavolo tecnico per la messa in sicurezza dell’istituto. Al tavolo parteciperanno, oltre alla presidenza del Consiglio, la stessa Inpgi, e i ministeri dell’Economia e del Lavoro.

Raffaele Lorusso (Foto ANSA / CIRO FUSCO)

“L’avvio del confronto con il governo sia sulla situazione del settore e del mercato del lavoro sia sulla messa in sicurezza dell’Inpgi, frutto della mobilitazione del dicembre scorso del Consiglio nazionale della Fnsi e della Conferenza nazionale dei Comitati e fiduciari di redazione, rappresenta un passo in avanti importante e una risposta chiara e inequivocabile a chi, anche nella categoria, lavora per il disfacimento del sistema”, ha commentato Raffaele Lorusso, segretario generale della Fnsi.
“Adesso bisognerà rimboccarsi le maniche per far sì che i tavoli pongano le basi per il rilancio del settore, partendo dal rilancio dell’occupazione. Con il governo e con la Fieg, la Fnsi vuole un confronto serrato sul lavoro e sul contrasto al precariato. Il rilancio dell’occupazione regolare e l’affermazione della dignità dei lavoratori sono il presupposto indispensabile anche per la salvaguardia dell’autonomia dell’Inpgi nel lungo periodo”, ha concluso.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

A ‘La Stampa’ il digital first è difficile da digerire. I giornalisti del quotidiano Gedi frenano davanti al progetto di Molinari

A ‘La Stampa’ il digital first è difficile da digerire. I giornalisti del quotidiano Gedi frenano davanti al progetto di Molinari

Milano-Cortina 2026, ok del Cdm alla legge olimpica.  Tra le novità l’introduzione del ‘divieto di pubblicizzazione parassitaria’

Milano-Cortina 2026, ok del Cdm alla legge olimpica. Tra le novità l’introduzione del ‘divieto di pubblicizzazione parassitaria’

Editoria, Cdr La Stampa proclama due giorni di sciopero contro il piano digitale

Editoria, Cdr La Stampa proclama due giorni di sciopero contro il piano digitale