L’Ordine Giornalisti della Lombardia parte civile nel processo a Roberto Napoletano

Anche l’Ordine dei Giornalisti della Lombardia si è costituito come parte civile nel processo in corso a Milano nel quale l’ex direttore del Sole 24 ore Roberto Napoletano è accusato di false comunicazioni sociali e aggiotaggio informativo nell’ambito dell’inchiesta sulle presunte irregolarità nei conti del gruppo.

La costituzione dell’Ordine, rappresentato dall’avvocato Valerio Vallefuoco è avvenuta stamane in aula e si aggiunge ad altre 12, tra cui quelle di Consob e Confindustria e 5 giornalisti.

Dopo il deposito di una memoria con cui la difesa di Napoletano ha preannunciato le questioni preliminari e di altri atti integrativi da parte di un legale di una delle parti civili, il collegio della seconda sezione penale presieduta da Flores Tanga, ha rinviato l’udienza al 13 febbraio per via di un “impedimento” di uno dei due giudici a latere che essendo malato è stato sostituito per l’udienza da un collega.
Per quel giorno è prevista la discussione sulle parti civili e la decisione del Tribunale su quali ammettere e quali escludere.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Calcio e diritti tv. Lega di Serie A fa causa a Sky per i mancati pagamenti

Calcio e diritti tv. Lega di Serie A fa causa a Sky per i mancati pagamenti

Stampa, male gli investimenti pubblicitari nel primo trimestre, -19,1%. Osservatorio Stampa Fcp: unica nota positiva i Classified, +5,3%

Stampa, male gli investimenti pubblicitari nel primo trimestre, -19,1%. Osservatorio Stampa Fcp: unica nota positiva i Classified, +5,3%

Mercato del Libro, nel lockdown perso l’85% delle vendite. Aie: a fine anno rischio calo del fatturato tra i 650 e i 900 milioni

Mercato del Libro, nel lockdown perso l’85% delle vendite. Aie: a fine anno rischio calo del fatturato tra i 650 e i 900 milioni