Google svela per la prima volta i numeri di Youtube: nel 2019 ricavi a 15,15 miliardi di dollari

Condividi

Quarto trimestre sotto le attese per Alphabet, la holding che controlla Google. Nel dettaglio, i ricavi complessivi del quarto trimestre si sono attestati a 46,08 miliardi di dollari, al di sotto delle stime di 46,93 miliardi di dollari previsti dagli analisti. L’utile operativo ammonta a 9,3 miliardi di dollari, dato che delude per la nona volta in 10 trimestri le attese degli analisti, che parlavano di 9,9 miliardi.

Sundar Pichai (Foto EPA/Toni Albir)

A suscitare particolare interesse e sorpresa però è stata la decisione di Mountain View di diffondere per la prima volta i conti relativi alle operazioni esterne al motore di ricerca, in particolare quelli di YouTube e del servizio cloud. I ricavi di Cloud si sono attestati a 8,92 miliardi di dollari; quelli della piattaforma di video sharing nel 2019 sono risultati pari a 15,15 miliardi di dollari, rappresentando il 10% dei guadagni totali di Google.

“Sono particolarmente soddisfatto per i nostri costanti progressi”, ha osservato il ceo di Alphabet e Google, Sundar Pichai, indicando in particolare il giro d’affari di YouTube che è cresciuto dagli 8,1 miliardi di dollari del 2017 a 11,5 miliardi nel 2018 fino a superare i 15 miliardi di dollari nel 2019. Positiva anche performance di Google Cloud, in rialzo del 53% sul 2018.

Sul fronte utenti paganti, a fine 2019 sono saliti a 20 milioni il numero di utenti paganti di YouTube Music e YouTube Premium.
La cifra è inferiore rispetto ai servizi rivali di musica in streaming. Spotify, leader del mercato, a fine settembre contava 113 milioni di utenti paganti. Apple Music ha invece annunciato il traguardo dei 60 milioni di abbonati nel giugno scorso.