Usa 2020: dopo il caos dem in Iowa, Bloomberg raddoppia la spesa pubblicitaria

Mike Bloomberg aumenta i suoi investimenti nella corsa alla nomination dem in vista delle prossime elezioni presidenziali. Dopo il caos che si è sollevato attorno ai risultati del caucus democratico dell’Iowa, il team che coordina la campagna dell’ex sindaco di New York , ha deciso di raddoppiare le spese pubblicitarie e accelerare sull’organizzazione, puntando su quegli stati dove potrebbe avere più opportunità.

Non solo SuperBowl dunque per il miliardario, che da quando è entrato in gara a fine novembre, ha già speso circa 254 milioni di dollari per la tv e la radio e almeno 47 milioni di dollari in pubblicità su Facebook e Google, secondo il tracker pubblicitario Kantar/Cmag.

Michael Bloomberg (Foto Ansa EPA/PETER FOLEY)

In confronto, i primi quattro candidati dei sondaggi in Iowa e nel New Hampshire hanno speso molto meno. Il senatore del Vermont, Bernie Sanders, l’ex sindaco di South Bend, Pete Buttigieg, l’ex vicepresidente, Joe Biden, e la senatrice del Massachusetts, Elizabeth Warren, hanno speso 53 milioni di dollari complessivi in TV e radio, e 41 milioni di dollari in annunci su Facebook e Google, per un periodo di tempo molto più lungo.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

A ‘La Stampa’ il digital first è difficile da digerire. I giornalisti del quotidiano Gedi frenano davanti al progetto di Molinari

A ‘La Stampa’ il digital first è difficile da digerire. I giornalisti del quotidiano Gedi frenano davanti al progetto di Molinari

Milano-Cortina 2026, ok del Cdm alla legge olimpica.  Tra le novità l’introduzione del ‘divieto di pubblicizzazione parassitaria’

Milano-Cortina 2026, ok del Cdm alla legge olimpica. Tra le novità l’introduzione del ‘divieto di pubblicizzazione parassitaria’

Editoria, Cdr La Stampa proclama due giorni di sciopero contro il piano digitale

Editoria, Cdr La Stampa proclama due giorni di sciopero contro il piano digitale