Il Festival di Amadeus e Fiorello mette la quarta: 53,3% e 9,5 milioni

Il gioco è di nuovo riuscito. Anche ieri Amadeus e Fiorello hanno tirato fuori il coniglio dal cilindro. Qualche alternativa, timida, c’era. Gianluigi Nuzzi (‘Quarto Grado’) e Zoro (‘Propaganda Live’), e poi Ncis, due film ‘difficili’ in prima tv, ‘Paperissima’ restaurata.

Era questa la concorrenza – il 7 febbraio – per la quarta, interminabile serata del ‘Festival di Sanremo’, quella del venerdì, che ha sancito la vittoria tra i giovani di Leo Gassmann, ed è terminata molto dopo le due di notte.

Ebbene, su Rai1 la settantesima edizione del ‘Festival di Sanremo’, con Amadeus alla conduzione, Rosario Fiorello di nuovo scatenato (è entrato vestito da Coniglio de Il cantante mascherato, ma sotto la maschera aveva la parrucca da Maria De Filippi, poi ha baciato il ‘nemico’ Tiziano Ferro), tanti ospiti canori (Dua Lipa , Ghali, Gianna Nannini, Coez e Tony Renis), Francesca Sofia Novello e Antonella Clerici in aiuto al conduttore, la clamorosa lite e squalifica del duo formato da Morgan e Bugo, il saluto a Vincenzo Mollica, ha conquistato 9,5 milioni di spettatori pari al 53,3% di share.

In particolare la prima parte ha ottenuto 12,674 milioni di spettatori ed il 52,3%, la seconda parte 5,795 milioni di spettatori ed il 56%. Nel 2019 l’edizione di Claudio Baglioni alla quarta prova aveva avuto 9,522milioni di spettatori ed il 46,1%; nel 2018 aveva totalizzato 10,1 milioni con il 51,1% di share.

Amadeus ha fatto quindi di nuovo il miglior risultato per share degli ultimi venti anni, mentre in termini di ascolti nello stesso arco temporale la serata di ieri, lunghissima, con una penetrazione del mezzo più bassa,  si colloca ‘solo’ al sedicesimo posto. Il picco di ascolti si è registrato alle 21.47 a quota 15,352 milioni e 54,15% con Fiorello in versione coniglio defilippizzato che cantava Montagne Verdi sul rif di De Gregori; share al top, al 61,8% alle 23.48 con Fiorello, Tony Renis e ‘Quando Quando Quando’.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Calcio e diritti tv. Lega di Serie A fa causa a Sky per i mancati pagamenti

Calcio e diritti tv. Lega di Serie A fa causa a Sky per i mancati pagamenti

Stampa, male gli investimenti pubblicitari nel primo trimestre, -19,1%. Osservatorio Stampa Fcp: unica nota positiva i Classified, +5,3%

Stampa, male gli investimenti pubblicitari nel primo trimestre, -19,1%. Osservatorio Stampa Fcp: unica nota positiva i Classified, +5,3%

Mercato del Libro, nel lockdown perso l’85% delle vendite. Aie: a fine anno rischio calo del fatturato tra i 650 e i 900 milioni

Mercato del Libro, nel lockdown perso l’85% delle vendite. Aie: a fine anno rischio calo del fatturato tra i 650 e i 900 milioni