Quattroruote punta sugli eventi per raccontare l’auto. Confermato lo street show di Milano a settembre

Niente stand al Salone di Ginevra 2020 e invece conferma per il Quattroruote Street Show, la kermesse di strada dedicata dedicata al mondo automotive che, a settembre a Milano, giungerà alla terza edizione occupando con esposizioni di modelli nuovi e storici e con attrazioni i due chilometri di lunghezza di corso Buenos Aires.

Quattroruote punta sempre più ad assumere un ruolo attivo nella promotion e nell’organizzazione di eventi legati alla mobilità e al prodotto auto: la conferma dell’appuntamento dello ‘Street show’ è una forte scommessa sul protagonismo del mensile e sulla formula che, nelle due edizioni precedenti, ha coinvolto fino a 300mila partecipanti. Quest’anno, infatti Milano sarà anche a nuova sede del ‘Salone dell’auto all’aperto’, manifestazione in fuga da Torino e che si svolgerà a Monza e nella metropoli lombarda nel mese di giugno. La sfida è dunque sulla tenuta dell’interesse del pubblico per due grandi eventi sull’auto a distanza di soli tre mesi e sulla capacità di attrazione di Quattroruote sul mondo dei costruttori, delle scuderie sportive e del collezionismo d’epoca, che anche il ‘Salone all’aperto’ di giugno intende mobilitare.

Laura Confalonieri, vicedirettore di Quattoruote, Alessia Venutra e Roberto Pietrantonio, amministratore delegato Mazda Italia

Il disimpegno su Ginevra, e la conferma dell’impegno per lo “street show” è stato annunciato dal direttore del mensile Gianluca Pellegrini nel corso del ‘Quattroruote Day’, l’appuntamento annuale organizzato dall’Editoriale Domus. “Siamo convinti che oggi per far comprendere lo stato dell’arte dell’automobile a un grande pubblico che sta cambiando così rapidamente atteggiamento verso la mobilità, sia più efficace portare le macchine alla gente e non viceversa”, ha spiegato Pellegrini.

Gianluca Pellegrini

Durante il Quattroruote Day è stato assegnato il premio Gianni Mazzocchi all’imprenditore Alberto Bombassei, presidente e fondatore della Brembo, numero uno mondiale dei sistemi frenanti. Il premio novità dell’anno è andato alla Mazda Cx 30, crossover di media taglia. Per la prima volta un brand giapponese ha vinto questo premio, arrivato alla sedicesima edizione e assegnato sulla base dei voti dei lettori di Quattroruote.

Alberto Bombassei e Maria Giovanna Mazzocci

L’ evento come sempre ha radunato molti rappresentanti del mondo dell’auto e giornalisti. Una platea di opinion leader molto interessante per cui, a sorpresa, ha fatto la sua comparsa Marco Alverà, ad di Snam che ha fatto un intervento per raccontare il potenziale dell’idrogeno come il carburante green del futuro, perché non produce emissioni e consente alta autonomia.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

A ‘La Stampa’ il digital first è difficile da digerire. I giornalisti del quotidiano Gedi frenano davanti al progetto di Molinari

A ‘La Stampa’ il digital first è difficile da digerire. I giornalisti del quotidiano Gedi frenano davanti al progetto di Molinari

Milano-Cortina 2026, ok del Cdm alla legge olimpica.  Tra le novità l’introduzione del ‘divieto di pubblicizzazione parassitaria’

Milano-Cortina 2026, ok del Cdm alla legge olimpica. Tra le novità l’introduzione del ‘divieto di pubblicizzazione parassitaria’

Editoria, Cdr La Stampa proclama due giorni di sciopero contro il piano digitale

Editoria, Cdr La Stampa proclama due giorni di sciopero contro il piano digitale