Editoria, Giunti acquisisce il 20% di Quarto Group entrando nel mercato di lingua inglese

Il Gruppo Giunti e Quarto Group hanno firmato nei giorni scorsi un accordo che sancisce l’acquisizione da parte dell’editore italiano del 20% della casa editrice fondata in Inghilterra nel 1976, quotata alla Borsa di Londra, con sede fiscale negli Stati Uniti e uffici nel Regno Unito, in Australia e ad Hong Kong.

Sergio Giunti

«Siamo consapevoli delle evoluzioni che le nuove tecnologie impongono al mercato del libro e lavoriamo alla casa editrice del domani che avrà necessariamente un orizzonte internazionale. Portiamo grande attenzione alle possibilità offerte dalla distribuzione globale di Quarto, allo sviluppo di nuovi mercati anche ma non solo nel contesto anglosassone. Guardiamo con grande curiosità alla Cina, all’India, al sud est asiatico. Per l’editoria si aprono ancora opportunità infinite – ha spiegato Sergio Giunti, presidente del gruppo fiorentino».

Il patto tra editori, spiega una nota del gruppo,  prevede allora non solo una importante partecipazione economica da parte del marchio italiano, ma la condivisione di competenze ed esperienze, il confronto continuo tra know how specifici nelle diverse attività editoriali, sinergie comuni per competere in nuovi scenari. Andrea Giunti, nipote di Sergio, avrà un posto permanente nel board di Quarto Group. «Sono molto lieto del supporto dato a Quarto dalla famiglia Giunti e dall’ingresso di Andrea nel consiglio di amministrazione – ha commentato da Hong Kong Chuck Kin Lau, il socio di maggioranza di Quarto. L’esperienza di Giunti nella creazione di contenuti, nella vendita e nella distribuzione di libri non fiction, all’ingrosso e al dettaglio, è notevole. Quarto non vede l’ora di collaborare con Giunti allo sviluppo congiunto di libri non fiction in lingua inglese, in vendita nei mercati tradizionali ed emergenti del mondo».

Con un fatturato netto di 149 milioni di dollari, Quarto vende a livello globale in oltre 50 paesi, in 40 lingue, attraverso una grande varietà di canali. Dalla sua fondazione Quarto è uno dei più grandi editori globali di libri illustrati, per adulti e, da qualche tempo, ha sviluppato anche un importante area per ragazzi. Il marchio conta circa 350 dipendenti. L’alleanza con Giunti rimarca una posizione e una tradizione importanti, l’intenzione di concentrare le forze sul proprio core business e, ancora, su un portfolio di offerte ampio, sviluppando contenuti diversificati.

«Questa è una partnership che ci rafforza sul piano industriale e internazionale– ha spiegato ancora Sergio Giunti. Un nuovo tentativo di crescere oltre confine, ovviamente senza trascurare i nostri marchi editoriali, i nostri libri e i nostri autori».
Un’altra innovazione segna dunque l’attività della casa con sede a Firenze dopo che, nel 2016, la famiglia Giunti aveva acquisito la piena proprietà del marchio Bompiani.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

A ‘La Stampa’ il digital first è difficile da digerire. I giornalisti del quotidiano Gedi frenano davanti al progetto di Molinari

A ‘La Stampa’ il digital first è difficile da digerire. I giornalisti del quotidiano Gedi frenano davanti al progetto di Molinari

Milano-Cortina 2026, ok del Cdm alla legge olimpica.  Tra le novità l’introduzione del ‘divieto di pubblicizzazione parassitaria’

Milano-Cortina 2026, ok del Cdm alla legge olimpica. Tra le novità l’introduzione del ‘divieto di pubblicizzazione parassitaria’

Editoria, Cdr La Stampa proclama due giorni di sciopero contro il piano digitale

Editoria, Cdr La Stampa proclama due giorni di sciopero contro il piano digitale