Reuters si allea con Facebook contro le fake news. Nasce una divisione per stanare le bufale sul social

Si allarga il raggio della collaborazione tra Reuters e Facebook. Già al lavoro con Menlo Park per lanciare un corso online che aiuti i giornalisti a stanare i deepfake, l’agenzia ha annunciato oggi il lancio di un nuova iniziativa per individuare le bufale, inserita nel programma di fact checking affidato a parti terze da Facebook.

A svolgere la ricerca sarà una divisione appena nata in Reuters che verificherà i contenuti postati su Instagram e Facebook, identificando i contenuti falsi o ingannevoli.
L’agenzia valuterà l’autenticità di foto, video, titoli e altri contenuti generati dagli utenti, in vista delle elezioni americane, per gli iscritti americani di Facebook – in inglese e spagnolo – e pubblicando i risultati su un blog appositamente creato.

“È un problema crescente che ha un impatto quotidiano sulla società ed è una responsabilità delle piattaforme e degli editori bloccare la diffusione di notizie false”, ha spiegato Jess April, direttore di Global Partnerships, Reuters.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Mercato del Libro, nel lockdown perso l’85% delle vendite. Aie: a fine anno rischio calo del fatturato tra i 650 e i 900 milioni

Mercato del Libro, nel lockdown perso l’85% delle vendite. Aie: a fine anno rischio calo del fatturato tra i 650 e i 900 milioni

Gad Lerner trasloca al ‘Fatto’: “scelta obbligata”; “Exor ha optato per la monarchia assoluta”

Gad Lerner trasloca al ‘Fatto’: “scelta obbligata”; “Exor ha optato per la monarchia assoluta”

Radio, a marzo investimenti pubblicitari in picchiata, -41,6%. Fcp-Assoradio: primo trimestre -8,9%

Radio, a marzo investimenti pubblicitari in picchiata, -41,6%. Fcp-Assoradio: primo trimestre -8,9%