Coronavirus, cancellato il Mobile World Congress di Barcellona, la più importante fiera mondiale della telefonia mobile

Mobile World Congress di Barcellona, la più importante fiera mondiale della telefonia mobile è stata rinviata al prossimo anno causa coronavirus, con effetti economici importanti per Barcellona: sfuma un giro d’affari da circa 500 milioni di euro, e oltre 14mila posti di lavoro nei giorni dell’evento. Era dal 2006 che la Fiera si teneva nella città catalana, e l’ultima edizione ha ospitato quasi 110 mila visitatori da tutto il mondo, tra giornalisti, operatori, esperti e addetti ai lavori del settore mobile e non solo.

Il consiglio direttivo del GSMA, il più importante organo direttivo dell’associazione degli operatori che organizza la manifestazione, ha deciso di cancellare l’evento che era previsto dal 24 al 27 febbraio, con alcuni appuntamenti già in calendario a partire dal 22 febbraio. Bloomberg riferisce che il CEO di GSMA, John Hoffman, ha dichiarato che l’epidemia di coronavirus ha reso “impossibile” organizzare il MWC. La decisione è stata presa in occasione di una riunione che si è tenuta in questi giorni e che ha visto la partecipazione dei 26 rappresentanti delle principali società di telecomunicazioni del mondo che formano l’organo di governo del GSMA.

La decisione arriva dopo un lento stillicidio di aziende che giorno dopo giorno hanno cancellato la loro presenza: LG per prima, all’inizio di questo mese, poi ZTE che ha annullato un evento stampa per i timori legati al coronavirus. Anche Ericsson, che gl ianniscorsi aveva lo stand più grande di tutta la fiera, si è ritirata, seguita da Nvidia, Intel, Vivo, Sony, Amazon e NTT Docomo. Anche Cisco, Nokia, BT e HMD hanno dato forfait questa settimana. (…) (Repubblica.it)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Calcio e diritti tv. Lega di Serie A fa causa a Sky per i mancati pagamenti

Calcio e diritti tv. Lega di Serie A fa causa a Sky per i mancati pagamenti

Stampa, male gli investimenti pubblicitari nel primo trimestre, -19,1%. Osservatorio Stampa Fcp: unica nota positiva i Classified, +5,3%

Stampa, male gli investimenti pubblicitari nel primo trimestre, -19,1%. Osservatorio Stampa Fcp: unica nota positiva i Classified, +5,3%

Mercato del Libro, nel lockdown perso l’85% delle vendite. Aie: a fine anno rischio calo del fatturato tra i 650 e i 900 milioni

Mercato del Libro, nel lockdown perso l’85% delle vendite. Aie: a fine anno rischio calo del fatturato tra i 650 e i 900 milioni