Huawei: da Usa accuse infondate, danni a reputazione. Ministero Esteri cinese: Usa smettano di vessare nostre compagnie

“Queste nuove accuse sono prive di fondamento e si basano in gran parte su vecchie dispute civilistiche risolte. Questo nuovo atto d’accusa è parte del tentativo del Dipartimento di Giustizia Usa di danneggiare irrevocabilmente la reputazione di Huawei e la sua attività per motivi legati alla concorrenza piuttosto che all’applicazione della legge stessa”. E’ il commento di Huawei dopo le accuse mosse dal procuratore federale di Brooklyn, a New York, di “criminalità organizzata” per aver rubato segreti commerciali Usa.

La Cina ha sollecitato gli Stati Uniti a “fermare immediatamente le vessazioni contro le imprese cinesi”: è il commento del portavoce del ministero degli Esteri Geng Shuang, sulle nuove accuse del governo americano contro il colosso delle tlc Huawei per “criminalità organizzata e cospirazione” a causa del furto di segreti commerciali agli Usa. (Ansa)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Vito Nobile nominato direttore generale del quotidiano Il Tempo e del Gruppo Corriere

Vito Nobile nominato direttore generale del quotidiano Il Tempo e del Gruppo Corriere

Mediaset: nuovo ricorso di Vivendi al Tar contro Agcom

Mediaset: nuovo ricorso di Vivendi al Tar contro Agcom

Rai, l’8 luglio audizione in Vigilanza per l’ad Salini. Sul tavolo la policy sugli agenti delle star e la sua attuazione

Rai, l’8 luglio audizione in Vigilanza per l’ad Salini. Sul tavolo la policy sugli agenti delle star e la sua attuazione