L’agenzia Italpress arricchisce i contenuti delle testate Uspi

L’USPI – Unione Stampa Periodica Italiana – ha sottoscritto una convenzione con l’agenzia di stampa Italpress. Con questo accordo l’USPI vuole offrire ai suoi associati la possibilita’ di implementare i loro contenuti senza alcun costo

grazie al flusso di notizie e videonotizie prodotte quotidianamente dall’Italpress e in particolare con 20 top news nazionali al giorno (10 al giorno nel fine settimana) a scelta della redazione Italpress, da pubblicare sui siti degli associati all’USPI; news tematiche di Motori e Salute, Tg Motori e Tg Salute; un feed quotidiano di videonews, della durata variabile di circa 1-2 minuti (videointerviste, video servizi speakerati e non). La Convenzione che USPI ha siglato con l’Italpress non ha costi per gli associati.
L’Italpress è un’agenzia di stampa che da 31 anni opera nel panorama dell’editoria italiana. Nata nel 1988 come agenzia specializzata nell’informazione sportiva, oggi copre tutti i principali settori dell’informazione generalista e di settore.

Gaspare Borsellino

L’Uspi (Unione Stampa Periodica Italiana), nata nel 1953, associa le testate periodiche italiane, edite o trasmesse con qualunque mezzo, e ha come scopo quello di rappresentare la stampa periodica italiana nella tutela degli interessi professionali, morali e materiali dell’intera categoria. L’USPI non persegue fini di lucro ma svolge prevalentemente attivita’ di assistenza ai propri iscritti (circa 3.000 testate periodiche) e di loro rappresentanza in tutte le sedi pubbliche o private nelle quali tale rappresentanza e’ richiesta o prescritta (ITALPRESS)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Tv e relazioni sociali i pilatri del lockdown. Istat: televisione seguita dal 92% dei cittadini “indispensabile canale di aggiornamento”

Tv e relazioni sociali i pilatri del lockdown. Istat: televisione seguita dal 92% dei cittadini “indispensabile canale di aggiornamento”

Rassegne stampa, il Tar conferma la decisione Agcom: non sono riproducibili gli articoli a riproduzione riservata

Rassegne stampa, il Tar conferma la decisione Agcom: non sono riproducibili gli articoli a riproduzione riservata

Cinema, dal Mibact 120 milioni per il settore. Franceschini: servono nuovi investimenti

Cinema, dal Mibact 120 milioni per il settore. Franceschini: servono nuovi investimenti