Coronavirus, Martella contro le fake news: informarsi solo da canali istituzionali per evitare messaggi dannosi

“In questo momento così delicato c’è chi cerca, con la diffusione di fake news, di minare alla base e di compromettere il lavoro che si sta compiendo ad ogni livello, da quello sanitario a quello istituzionale e di informazione, per contenere in modo efficace il diffondersi del coronavirus con la collaborazione dei cittadini”. Lo denuncia in una nota il sottosegretario alla presidenza del Consiglio con delega all’editoria e all’informazione, Andrea Martella.

Andrea Martella

“Le fake news sono un odioso strumento che va contrastato con rigore perché rischiano di far venire meno la fiducia nei confronti delle eccellenze italiane nel campo sanitario e scientifico che stanno affrontando questa vicenda. E lo sono ancor di più oggi perché possono costituire un grave elemento di turbativa dell’ordine pubblico”, rileva Martella.

“Faccio appello a tutti i cittadini, invitandoli ad informarsi e a condividere esclusivamente notizie e aggiornamenti che provengono da fonti e da siti istituzionali relativi a governo, Regioni, Enti locali, nonché da testate giornalistiche nazionali, locali e da agenzie di stampa”.
“È fondamentale, conclude il sottosegretario, per evitare messaggi fuorvianti e dannosi per l’intera comunità”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Dl Cura Italia/Per radio e tv locali emendamenti De Poli (Udc) per sostegni e crediti di imposta

Dl Cura Italia/Per radio e tv locali emendamenti De Poli (Udc) per sostegni e crediti di imposta

<strong> Venerdì 27 e Sabato 28 </strong> Papa Francesco urbi et orbi. E poi Amici, Conte, Bonolis e Fiorello in evidenza

Venerdì 27 e Sabato 28 Papa Francesco urbi et orbi. E poi Amici, Conte, Bonolis e Fiorello in evidenza

Cairo spiega come stanno le cose

Cairo spiega come stanno le cose