Rai, Laganà e Borioni scrivono a Gualtieri e al Cda: revocare le deleghe a Foa

Condividi

I consiglieri Rai Riccardo Laganà e Rita Borioni hanno scritto al ministro dell’Economia Roberto Gualtieri e a tutto il consiglio di amministrazione per sollecitare la revoca delle deleghe al presidente della Rai Marcello Foa, dopo la vicenda della nomina del nuovo segretario del Prix Italia.

Riccardo Laganà e Rita Borioni

“Abbiamo inviato una lettera al ministro dell’economia e delle finanze Roberto Gualtieri e a tutto il consiglio di amministrazione – dichiarano i due consiglieri all’Adnkronos – evidenziando il comportamento poco chiaro e trasparente del Presidente della Rai in merito al criterio di scelta del nuovo segretario generale del Prix Italia, incarico affidato alla collaboratrice Annalisa Bruchi. Pur riconoscendo le capacità professionali della giornalista Bruchi, già conduttrice di un programma su Rai2, contestiamo l’utilizzo estremamente discrezionale delle deleghe affidate dal Cda al Presidente Marcello Foa il quale non ha ritenuto di dover informare lo stesso di una scelta così importante per i rapporti tra Rai e i partner internazionali”.

“Contestiamo fermamente l’assunto del Presidente – spiegano Laganà e Borioni – che, nelle sue presunte ricognizioni, non ha ritenuto idoneo nessuno degli oltre 1700 tra giornaliste e giornalisti Rai che da tempo aspettano la piena utilizzazione e il riconoscimento del merito tanto decantato dallo stesso Foa anche non solo in consiglio ma anche pubblicamente. Per tutto questo abbiamo chiesto al Ministro e a tutto il consiglio di amministrazione di valutare una rimodulazione delle attività del vertice attraverso la revoca delle deleghe conferite al Presidente della Rai per avere una gestione più trasparente delle attività aziendali”. (Ver/AdnKronos)