Rai Pubblicità: la casa dello sport, la casa delle emozioni

Condividi

Il 2020 per Rai è l’anno dello sport: dal calcio, con le partite delle tre Nazionali (maggiore, Under 21, femminile) e la Coppa Italia, al ciclismo (grandi classiche, Giro d’Italia, Tour de France), dallo sci (Coppa del Mondo), alle Olimpiadi di Tokyo, dai campionati di basket e pallavolo all’America’s Cup, dagli Europei di nuoto e atletica a Formula 1, MotoGP… e tanto altro ancora.

Per i veri appassionati come per i tifosi saltuari lo sport è emozione. Noi vogliamo mettere quella passione a contatto con i brand, con il mondo commerciale, che è alla ricerca di quel tipo d’intensità: la chiave per superare la barriera d’indifferenza che contraddistingue la nostra contemporaneità in overdose di comunicazione.
Lo sport, in Rai, garantisce questo e molto altro: grandi ascolti, autenticità, genuinità, empatia. Ma soprattutto un contesto positivo che aumenta considerevolmente l’attenzione per i messaggi coerenti. La copertura totale è garantita da una pianificazione crossmediale capace di allacciare relazioni tra i brand e il pubblico destinate a durare, perché è dalle passioni più coinvolgenti che nascono relazioni autentiche e durature.
Rai Pubblicità seguirà questi grandi appuntamenti sportivi attraverso una serie di branded content perfettamente integrati nello storytelling dell’evento, oltre che format pubblicitari personalizzati e iniziative crossmediali “vestite” per l’occasione, fermo restando le guideline che seguono gli accordi di sponsorship presi a livello internazionale.